L'erba non è dannosa. Basta scegliere quella giusta!

Il ritorno porta addosso mal di testa e mal d'anima. 
 

Ma soprattutto mal di testa. Durante il primo periodo post ferie è frequente un senso di malessere generale. Il corpo si deve infatti riabituare ai ritmi lavorativi, dopo notti brave e sveglie ad ora di pranzo .Come evitare di fare overdose di medicinali, optando per rimedi più naturali?

La canapa è vietata, ok. Tuttavia la natura offre tante altre erbe per curare stati d'ansia e stress, che potrebbero risultare altrettanto rilassanti. Ecco alcune delle più efficaci.

Tiglio e camomilla
 

Due piante dall'effetto particolarmente rilassante. Spesso le troviamo combinate in infusi e tisane e possiamo acquistarle comodamente al supermercato, in farmacia o erboristeria. Bastano due cucchiai di infuso in una tazza d'acqua calda.

Passiflora
 

Indicata per stati d'ansia , angoscia e insonnia. Le parti utilizzate per creare gli infusi sono foglie e fiori. L'effetto rilassante e sedativo regala sollievo ai nervi stanchi.

Rescue remedy o Fiori di Bach

Indicati erroneamente come medicina alternativa, la floriterapia di Bach, ideata dall' omonimo medico inglese, è comunque un valido rimedio naturale per tachicardia e panico. Un infuso di Clematis, Impatiens, Rock Rose, Cherry Plum e Star of Bethelhem è un mix di fiori efficace.

Aromaterapia

Geranio, lavanda e sandalo possono essere tranquillamente utilizzati per realizzare oli essenziali dall'effetto calmante e rilassante, utili per massaggi su spalle e collo, in modo da allentare le tensioni.

Valeriana
 
 

Questa pianta risulta particolarmente utile per chi soffre di insonnia. Disponibile nelle erboristerie sotto forma di estratto secco, liquido o capsule. Una chicca per gli amanti degli aperitivi? La sua assunzione è compatibile con alcol e farmaci. 

Iperico

L'iperico favorisce la secrezione di melatonina, favorendo il ritmo sogno-veglia. Svolge una naturale azione sedativa e antidepressiva.

Biancospino
 

Uno dei rimedi naturali più efficaci in caso di agitazione e inquietudine. Interviene infatti sulla frequenza cardiaca, riportandola a un livello normale. Dosaggio e assunzione devono essere verificate in base alla situazione del paziente.

L'uso di erbe officinali deve essere accompagnato da un minor consumo di bevande eccitanti, come caffè o Coca cola, sostituendoli con smoothies e succhi naturali.

 

di Irene Caltabiano
 

Potrebbe interessarti anche:

-ISCRIVITI al canale YouTube-

 
loading...

✉ Iscriviti alla newsletter


☝ Privacy policy    ✍ Lavora con noi