Le cose che non dici ti fanno ammalare

Accumulare risentimento fa male al tuo organismo

Da anni sei costretto a trascorrere le tue giornate con persone che non ti piacciono, che non ti rispettano, ma a cui ogni giorno devi rivolgere un sorriso forzato e nascondere la tua insofferenza, perché non hai altra scelta. Possono essere i tuoi colleghi di lavoro, i tuoi compagni di classe o d’università, i tuoi coinquilini.  

Alcuni membri della tua famiglia abusano della tua pazienza e della tua disponibilità, ma tu sopporti, sopporti, e quando superano ogni limite non reagisci. Perché il quieto vivere è più importante; perché bisogna salvare le apparenze.

Quando qualcuno ti offende incassi il colpo e non riesci a rispondere, avesti voglia di ribattere ma le parole proprio non ti vengono. O meglio, ti vengono ma non le pronunci, perché hai paura di sembrare troppo aggressivo, di fare brutta figura davanti agli altri.

E allora resti in silenzio, la tua mente elabora pensieri negativi, e le emozioni che reprimi creano un blocco emotivo che ti impedisce di vivere pienamente la tua vita.

Malattie psicosomatiche: cosa sono?

Tutto quello che non dici e le emozioni negative che ti porti dentro possono far nascere malesseri fisici, chiamati malattie psicosomatiche.

Secondo le ricerche scientifiche, individuando le situazioni e i sentimenti che ti fanno soffrire potrai prevenire il tuo malessere, o guarirlo.

A seconda della parte del corpo su cui la psiche “scarica” il disagio emotivo, possono nascere diversi disturbi psicosomatici.

Qualche esempio: il dolore al collo e il mal di testa possono derivare dall’insicurezza e da una bassa autostima. Prova a pensare, infatti, all’andatura tipica delle persone con poca fiducia in se stesse: a testa bassa e con le spalle ricurve, quasi a simulare un atteggiamento di chiusura verso il mondo…

Il mal di schiena, invece, può riflettere forti preoccupazioni che gravano sulle nostre spalle, mentre i dolori addominali, i problemi digestivi e la dermatite atopica possono derivare da uno stato d’ansia causato da paure di cui non siamo consapevoli e da timori inespressi.

Ancora, il risentimento e la rabbia repressa ci rendono più vulnerabili a malattie comuni come la febbre, e alla lunga possono provocare problemi al cuore.

Impara ad ascoltare il tuo corpo

Il segreto per tornare a stare bene è liberare la mente da tutti i pensieri negativi e vendicativi che avvelenano psiche e corpo. La paura del giudizio altrui, di ricevere critiche, di essere rifiutati, non deve portarci a tradire noi stessi e i nostri bisogni.

Respira, ascolta quello che comunica il tuo corpo, e se qualcosa ti ferisce non aver paura di dire ciò che pensi.

Le parole possono far male, ma se non le dici fanno più male a te. 

di Rosa Cambara

 

Ti è piaciuto l'articolo? Leggi anche:

- Iscriviti al canale YouTube - 

 
loading...

✉ Iscriviti alla newsletter


☝ Privacy policy    ✍ Lavora con noi