Lanieri, la startup degli abiti made in Italy su misura

La prima startup che propone abiti su misura utilizzando sia il canale online che quello offline

Simone Maggi LanieriLa sartoria made in Italy è conosciuta in tutto il mondo, ed in molti vogliono possedere un capo fatto a mano, personalizzato e curato nei minimi particolari proveniente dall’Italia.

Da qui nasce l’idea di Lanieri 

Di creare una piattaforma attraverso la quale è possibile acquistare questi abiti e nel contempo di offrire  ai clienti la  possibilità di toccare e provare i capi. In buona sostanza si tratta di un sito che permette di comporre e acquistare vestiti su misura online, scegliendo stoffa, taglio e finiture all’interno di veri e propri atelier situati in Italia ed all’estero.

E-Commerce online ed offline

abitoPerché, come spiega Simone Maggi cofondatore e CEO della startup, “ tutto online, solo online il commercio non funziona”.

Individuando così il vero problema dell’e-commerce nel settore dell’abbigliamento, almeno per quello che concerne i prodotti che provengono dalla sartoria su misura made in Italy. 

Gli acquirenti devono avere la possibilità di toccare e provare, e tutto questo fa si che debba esistere un atelier in cui poterlo fare: “Spingiamo affinchè il primo approccio con il cliente, il più difficile, sia offline, con l’assistenza dei nostri consulenti di stile, per poi proseguire online. Una volta prese le misure e commissionato il capo, è più comodo ordinare i successivi in Rete, scegliendo tra consegna in negozio o a domicilio”.

Questo modello, che Maggi definisce ibrido, funziona soprattutto all’estero  da dove provengono la maggior parte delle commesse, prima di tutte dagli Stati Uniti.

Lanieri ad oggi

La startup piace, tanto che ha incassato un finanziamento di 3 milioni da una serie di aziende tessili biellesi e sta esportando in tutta Europa il suo modello ibrido che combina e-commerce e atelier fisici. 

Nel corso di quest’anno vuole consolidarsi in paesi come Francia, Germania e Belgio ed espandersi nel nord Europa arrivando nel Regno Unito e successivamente negli Stati Uniti.

Simona
Blogger ecommerce

 

 
 

 

google playSeguici anche su Google Edicola »

 

✉ Iscriviti alla newsletter


☝ Privacy policy    ✍ Lavora con noi