La seconda stagione di Brexit. In onda su Chi l'ha visto!

Un volta, il problema dei giornali era quello di trovare notizie. 
Oggi, al contrario, il problema sembra essere quello di smistare l'accavallamento delle troppe notizie. E in questa overdose di news si sta male durante la "botta", poi, passati qualche giorno, si va "sotto" con la seconda "botta".

Solo che così facendo, molte notizie restano "appese". Senza finale, senza "seconda stagione".

La Brexit, ma poi, come andrà a finire?

Nella prima stagione, andata in onda su tutti i canali della terra, vedeva come inteprete principale Boris Johnson. 

L'antitesi dello stile del politico saccente e borioso che va cosi' tanto per la maggiore in Italia.
Qui da noi vanno per la maggiore gli scemi con la faccia seria, in Inghilterra vanno quelli seri con la faccia da scemo.
Mi sentirei di dire che i secondi sono di gran lunga preferibili e pure piu' simpatici.
Tipo Donald Trump che ha come seguaci quelli sembrano schifare quella iena della finanza di Hillary Clinton e non si preoccupano molto delle apparenze.
 

Brexit 2 stagione (sceneggiatura in corso) 

La Gran Bretagna e' un grandissimo paese globale con pochi debiti e bassissime tasse.

Ecco i primi risultati delle prime puntate andate in onda su Chi l'ha visto.

Le vendite al dettaglio sono cresciute a dell'1,4% rispetto a Luglio 2016 e del 5,9% rispetto all'anno precedente.

La sterlina si è rafforzata e non cede un cent rispetto all'Euro o al Dollarone americano.

Il turismo nel mese di agosto ha superato del 60% quello di Roma

I miei amici italiani che nei primi anni 2000 si sono trasferiti a Londra hanno serenamente affermato: "boh? non è cambiato niente!"

Personalmente non vedo alcun rischio che si rompa anche un solo piccolo ossicino dalla la sua uscita dall'Europa. Forse sarà l'Europa che deve molto preoccuparsi della sua uscita, non il contrario.

Anticipazioni sulle prossime puntate (sempre sceneggiatura in corso...)

Populisti all'attacco del governo Italiano. Fra qualche mese ci saranno le dimostrazioni di come la Gran Bretagna ce la sta facendo benissimo e infoiati da un Beppe Grillo assatanato di vendetta perché non fa più clicks sul suo Blog, faremo qualche proposta simile.

Non date retta agli scissionisti nostrani, noi non siamo la Gran Bretagna, siamo un paese con le pezze al culo, pieno di debiti, con le tasse più alte del mondo e possiamo esercitare lo stesso fascino su un investitore estero quanto ne puo' esercitare Rosi Bindi su George Clooney. [cit.di Francesco]

Duccio 
Digital media instigator

Se vuoi puoi anche leggere (ma non è necessario...)

loading...

✉ Iscriviti alla newsletter


☝ Privacy policy    ✍ Lavora con noi