La noia? Il punto zero per cibare la mente

Molta gente svaluta il potere della noia.

noia-coppiaUna volta Maurizio Crozza, imitando il regista Paolo Sorrentino, ha detto: «Per scrivere questo film, sono partito dalla noia». Tutto il pubblico è scoppiato a ridere. Parole sante, invece. 

La noia è un punto zero. Come un pentolone vuoto, possiamo riempire questi momenti con svariate attività. 

Il quaderno

caro-diario

Analisi esistenziale è un termine tanto piacevole quanto inquietante. Provate semplicemente a tenere un diario descrivendo la vostra vita. Nessuno schema prestabilito, chiudete gli occhi e inquadrate l’essenziale. 

Scrivete tutto quello che vi passa per la mente. Se fate pratica ogni giorno (almeno cinque minuti) troverete l’essenza del vostro essere.

Provate anche a sviluppare l’albero genealogico. Perchè? Scoprirete chi siete, da dove venite. Un indizio in più per conoscere voi stessi.

Fame di cultura

chet-bakerNutrite le vostre menti. Che film posso vedere? Quali libri posso leggere? Naturalmente i grandi classici e maestri del nostro tempo. Ormai non è più necessario recarsi in biblioteca e sfogliare enormi enciclopedie alla ricerca di film remoti o libri antichi. È tutto a portata di click.

 Se digitate su Google "Chi è il primo regista horror?" ecco aprirsi un numero elevato di informazioni. E se è vero che un link tira l’altro, le vostre giornate sottotono prenderanno certamente una piega diversa.

 

Ricordo un periodo in cui mi annoiavo molto ed ero triste. Scrissi “jazz” e passai due giorni al pc. Mi sono appassionato: adesso sono anni che ascolto questo genere musicale, ho letto diverse biografie di aristi e mi sono arricchito. Quanto è bello adesso poter andare in un locale, sentire un brano ed esclamare: «Lui è Chet Baker!».

Molto probabilmente se non avessi investito sulla mia noia non avrei approfondito nulla.

Crea il tuo spazio

ricordi

Pulisci un angolo della stanza e personalizzalo al cento per cento. Sbarazzati del superfluo e conserva le cose più preziose eimportanti che hai. Raggruppa dalla tua scatola dei ricordi l’essenziale e mettilo ben in vista. Ogni qualvolta il tuo sguardo ci cadrà, sarà un balsamo per lo spirito.

Prendi aria

correre

È scientificamente provato che camminare in mezzo ai boschi riduceansia e stabilizza l’equilibrio.  A prescindere dal fatto che fare attività fisica fa bene alla salute, sempre. Anche se abiti in pieno centro a Milano, trova un bel parco e fatti una bella camminata.

Osserva gli alberi, guarda le foglie.  Anche se non sei in mezzo a una foresta, anche uno solo è sufficiente a percepire la natura e ciò che può raccontarti. Pensa per esempio di quante cose quell'albero è spettatore, quanto sopporta freddo, caldo, pioggia. È lì da tanti anni e ogni volta si rinnova.

Contatti

amiciRiprendi i contatti con i vecchi amici. D’altronde, se stai tutto il giorno sul divano, avrai senz’altro lo smartphone accanto. Fare una telefonata non costa nulla. Scherzerete sul passato e sarà un occasione per rincontrarsi dopo tanto tempo.

La noia va accolta, ascoltata e vissuta a pieno. Ci sta dicendo che abbiamo un sacco di cose da poter fare. Quindi, anche se bussa alla porta la tristezza, niente paura. Immaginatevi in un barca pronta a salpare in un grande oceano.

Il capitano? Sei tu.

di Luca Mordenti

 

 

 

 

 

 

google playSeguici anche su Google Edicola »

 

loading...

✉ Iscriviti alla newsletter


☝ Privacy policy    ✍ Lavora con noi