La depressione è una malattia attuale ed anche molto diffusa

Cosa non dire e cosa dire ad un depresso

Spesso la si sottovaluta poiché non tutti ammettono che è una vera malattia. La verità è che la depressione  colpisce uomini e donne, giovani e vecchi e anche le persone che apparentemente “hanno tutto”, come vip, attori e manager.

Può risultare difficile capire cosa provano i malati di depressione ecco perché indichiamo alcune frasi che non dobbiamo dire e quelle,invece,da dire per aiutarli a sentirsi “meno soli” nella loro sofferenza.

Non diciamo “ti basta una pasticca”

Significherebbe minimizzare la loro sofferenza e dal momento che i depressi non scelgono di essere tristi, dire cose banali non li aiuterà. La depressione va curata con una combinazione di farmaci e psicoterapia.

Non diciamo “non vuoi stare meglio?”

Il depresso non è responsabile della sua malattia essa, secondo gli psicologi “può essere difficile da trattare e nessun farmaco o terapia sono efficaci al cento per cento per tutto il tempo. Già molti pazienti pensano di non essere abbastanza forti o bravi per combattere il disturbi. Aggiungere commenti negativi che implicano l’idea della totale mancanza di controllo sul proprio stato di salute mentale è davvero distruttivo, oltre che stigmatizzante”

Non diciamo: “sono stato depresso anch’io”

In realtà la maggior parte delle persone confonde la tristezza con la depressione e dunque non sa realmente cosa si prova. Meglio, in questi casi, non parlare di se stessi ma far parlare i malati.

Non diciamo “C’è gente che sta peggio di te”

Secondo gli esperti infatti per una persona depressa può essere difficile “guardare al di fuori” della propria situazione ecco perché si consiglia di “dire ai malati che non sarete voi a guarirli, ma in compenso potrete aiutarli a smorzare il loro senso di solitudine e isolamento”.

Possiamo dire: “Ci sono”

Esserci significa aiutare il malato nei compiti pratici come trovare e contattare un medico, fissare e organizzare gli appuntamenti e qualsiasi altra incombenza. Secondo gli esperti per un individuo depresso sapere che qualcuno è lì per lui è molto importante.

Possiamo dire “facciamo qualcosa assieme”

I depressi tendono a “rimuginare” ripensando continuamente ad eventi negativi e tormentandosi nel ricordo di come particolari accadimenti avrebbero potuto svolgersi diversamente. Ecco perché possiamo aiutarli proponendogli “un’attività insieme, preferibilmente mentalmente e fisicamente impegnativa, che distragga i pensieri di chi continua a rimuginare”.

Possiamo dire “Non posso capire come ti senti ma deve essere dura”

Riconoscere che non possiamo capire ma che siamo consapevoli che è qualcosa di veramente difficile da superare rappresenta un buon inizio di conversazione poiché permette all’individuo depresso di parlare senza timore di giudizio.

A volte è meglio non dire niente

Saper ascoltare e basta è molto importante. A volte è meglio agire in questo modo piuttosto che parlare. Significa essere presenti comunque e può servire a non far sentire tanto soli ed isolati  i depressi.

Simona
Human interconector (depressa guarita)

leggi anche

 

 

loading...

✉ Iscriviti alla newsletter


☝ Privacy policy    ✍ Lavora con noi