La carne rossa? Cuocila in lavastoviglie

Se ne sta lì, zitta e buona ad assolvere il suo compito: lavare i piatti.

Ma avete mai pensato a dare alla vostra lavastoviglie un compito diverso? Ad esempio cuocere la carne? Abbiamo scoperto che per cucinare un filetto a regola d'arte non sempre è necessario passare da forno o padella. Provare per credere!

La cottura in lavastoglie non è altro che una preparazione a bassa temperatura, spesso utilizzata dagli chef. Non solo è anti-spreco, perchè ottimizza consumi di acqua ed energia elettrica, ma è anche una tecnica  che consente risultati succulenti, se non migliori, rispetto a quelli tradizionali. L'accortezza da prendere è una sola: usare contenitori a chiusura ermetica, o, in alternativa, vasetti di vetro per conserve.

Cinque buoni motivi per cuocere la carne in lavastoviglie

Ormai è risaputo che la carne rossa andrebbe mangiata il meno possibile a causa del suo alto impatto ambientale. Tuttavia una volta a settimana è consentita e usare il metodo lavastoviglie renderà la concessione ancora più godereccia! Avete dubbi? Usate gli amici come cavie e rivelate solo alla fine l'originale cottura. Ecco a voi cinque motivi per cui dovreste sperimentare:

1) Le carni rosse, cotte a bassa temperatura, sono molto tenere e non perdono gusto e aroma.

2) Rispetto ad altre tecniche ( cottura in padella o al forno) c'è una formazione minore di composti tossici.

3) Cuocere mentre si lavano i piatti  ottimizza i consumi di acqua ed energia elettrica. Inoltre il metodo lavastoviglie  “allunga” la vita delle carni, aumentandone la conservabilità.

4) Questa tecnica consente di cuocere i cibi in anticipo, facendo due cose contemporaneamente. Se si imposta la lavastoviglie  prima di uscire, una volta rientrati avrete  la cena pronta! Guadagnerete così due ore al giorno da dedicare alle vostre passioni.

5) Facilità:  il metodo a prova di tutti e i risultati  farebbero impallidire Carlo Cracco.


Volete provare? Ecco cosa vi serve!
  • Un sacchetto per la cottura sottovuoto
  • 1 spicchio d'aglio
  • un rametto di rosmarino
  • olio
  • sale e pepe

1.  Sbucciate l’aglio e strofinateci la carne, spennellatela con un filo d’olio e salate leggermente
2. Mettete carne, aglio e rosmarino nel sacchetto sottovuoto
3. Disponete in lavastoviglie in mezzo ai piatti sporchi sfruttando angoli e spazi liberi
4. Inserite il detersivo e avviate il lavaggio ECO (50-55° per 3 ore)
5.Se gustate  la carne immediatamente, toglietela dal sacchetto e fate caramellare la superficie per pochi istanti su una piastra rovente leggermente unta. Quando sarà dorata in modo omogeneo, affettate e servite. Se non la mangiate subito, conservatela in frigo.  
6. Per servire potete anche raccogliere il liquido di cottura che si sarà raccolto nel sacchetto e servirlo come salsa di accompagnamento .

E la vostra lavastoviglie non morirà di noia.

 

Irene Caltabiano

Ti è piaciuto quest'articolo? Leggi anche:

Iscriviti al canale YouTube >>

 
 

✉ Iscriviti alla newsletter


☝ Privacy policy    ✍ Lavora con noi