Investimento accessibile e guadagni elevati, e allora perché non aprire una farmashop?

Come aprire una parafarmacia (o farmashop) nel 2017

integratori-farmashopSi chiamano Farmashop e sono negozi specializzati nella vendita di prodotti dimagranti, di dermocosmesi, di fitoterapia, di integratori e di articoli sanitari, ma anche di alcuni farmaci di classe C così come previsto dalla normativa del 2006. 

Aprire una parafarmacia è una buona idea dal momento che a fronte di un investimento accessibile vi sono dei guadagni elevati. 

Dunque, se abbiamo sempre avuto il pallino per il settore della salute e desideriamo diventare dei professionisti di questo, quale occasione migliore per realizzare questo sogno?

Il primo passo da compiere

Tenendo presente che l’avviamento di un tale esercizio commerciale presuppone la pianificazione dettagliata di un business plan, il primo passo da compiere sarà quello di scegliere per il negozio una posizione centrale, meglio se all'interno di un centro commerciale, dove il flusso di clienti è sicuramente superiore a qualsiasi altra zona.

La metratura del negozio dovrà consentire una corretta esposizione dei prodotti da vendere e dovrà essere proporzionata al tipo di servizio che vogliamo offrire. 

Questo significa che le dimensioni del negozio saranno inferiori se vogliamo solo vendere i prodotti e maggiore nel caso in cui vogliamo offrire ai clienti anche momenti di incontro su temi inerenti la salute e, servizi legati al benessere, serviranno spazi maggiori.

Il budget

Oltre alle spese per il negozio sarà necessario possedere, prima dell’apertura, un buget necessario all’acquisto dei principali prodotti parafarmaceutici quali: integratori alimentari, prodotti erboristici, biologici, elettromedicali e i cosiddetti farmaci da banco, a partire da caramelle balsamiche, colliri, pasticche per il mal di testa e sintomatici per combattere l'influenza, ma anche igienizzanti, antibatterici, salviette umidificate, cerotti.

Ci sara’ utile, in tal senso, richiedere contributi a fondo perduto, finanziamenti agevolati e altre agevolazioni pubbliche oppure rivolgerci alle Banche per la concessione di finanziamenti ordinari.

La burocrazia da svolgere

Come nel caso delle farmacie, i farmashop sono convenzionati con Inail e ASL. 

A livello burocratico, chi vuole aprire un farmashop deve fare domanda e, inoltrarla al Comune competente, comunicare l'inizio attività al Ministero della Salute, alla Regione in cui si opera e, all'Ordine dei Farmacisti.

Consigli utili

La parafarmacia può essere avviata anche in franchising, con buone possibilità di guadagno con rischi minimi.

Buona fortuna!

Simona
Blogger parafarmacizzata

 

loading...

✉ Iscriviti alla newsletter


☝ Privacy policy    ✍ Lavora con noi