Indovina cosa c’è nel piatto oggi?

«Gli insetti sono molto nutrienti, oltre che ecologicamente sostenibili. Perché non mangiarli, allora?». La domanda sembra retorica, perlomeno se a pronunciarla sono le fondatrici di Entonote, che mira a sensibilizzare sull’ utilizzo alimentare di tali animali, oggi fuori legge in Italia. 
 
 
 
L’idea vi sembra bislacca, se non addirittura disgustosa? Sappiate che nel frattempo, perfino una startup se ne sta occupando. Il suo nome è Italbugs, e lavora nell’ambito della ricerca e sviluppo di matrici alimentari sicure, eco-sostenibili e ipoallergeniche tra cui, appunto, quelle a base di insetti. 
 
«Siamo dei ricercatori e dei gourmet, esperti di web, nutrizione e nuove tendenze. Abbiamo incontrato la Bugs Kulture in Thailandia, in Cina, a Hong Kong ma anche in Francia e in Italia. Siamo convinti che mangeremo insetti nel prossimo futuro perché lo abbiamo fatto, lo facciamo e lo faremo sempre più».  Così si presenta Italbugs.
 
Secondo le menti della startup, ci sono un sacco di buoni motivi per non disdegnare gli insetti a tavola. Ve ne riproponiamo alcuni estratti dal sito di Italbugs:
 
  • perché la Fao stima che entro il 2050 la produzione mondiale di cibo dovrà aumentare di almeno il 70%
  • perché gli insetti erano già il cibo del nostro passato come testimonia la Bibbia e le usanze degli antichi romani
  • perché 1 kg di cavallette ha le stesse calorie di 10 hot dogs o, se preferite, di 6 Big Mac
  • perché gli insetti fanno parte oggi della dieta di almeno 2 miliardi di persone
  • perchè sono molto buoni
 
Intanto, se volete farvi un’idea di cosa stiamo parlando, guardate qui
 

Francesca Garrisi

 
 
 

✉ Iscriviti alla newsletter


☝ Privacy policy    ✍ Lavora con noi