Il bosco di Biancaneve esiste e si trova in italia

Alberi contorti, natura incontaminata, atmosfera magica.

bosco-di-BiancaneveQuesto angolo nel cuore della Tuscia, Lazio, si è guadagnato il nome di Bosco di Biancaneve perché sembra davvero parte di una favola. Il suo vero nome è però Bosco del Sasseto e l’unico passaggio dell’uomo in tale luogo viene documentato dalla tomba dallo stile gotico del marchese Cahen.

Chi era il marchese di Cahen

Pochi conoscono l’affascinante storia di Edoardo Cahen, il cui corpo mummificato risiede ancora tra le fronde del bosco. Si dice che il suo cadavere venne trattato nei sotterranei del Vaticano per poi essere trasferito dove risiede attualmente, adottando la tecnica di conservazione utilizzata per i corpi dei Papi.

Ma chi è questo personaggio sconosciuto ai più? I Cahen erano banchieri ebrei di origine belga, protagonisti del processola-famiglia-Cahen di unità d’Italia fino all’ostracismo delle leggi razziali del 1938. Edoardo, figlio di Joseph, approfittò della speculazione edilizia di Roma neo-capitale, vero e proprio trampolino economico, per conseguire il titolo di marchese di Torre Alfina. Il conte fu artefice della primigenia versione dei quartieri più importanti della capitale. A capo di un gruppo imprenditoriale  composto da uomini facoltosi e industriali, presentò al Comune un progetto dell’architetto Antonio Cipolla, un quartiere già definito fra tre punti focali, le odierne Piazza Risorgimento, Cavour e Umberto I. Il gruppo costruì anche la versione originaria del quartiere Prati. Insomma molta della Roma come la conosciamo oggi la dobbiamo a questo pressochè anonimo personaggio.

 

Zero presenza umana

bosco-di-Biancaneve-2Il terreno su cui sorge il bosco è particolarmente roccioso, a causa delle esplosioni del vulcano Volsino avvenute oltre 300.000 anni fa. Proprio la natura del suolo e il terreno poco edificabile ha reso difficile l’antropizzazione. Fauna e flora sono pressocchè incontaminate e questo ha consentito la preservazione della biodiversità. Nel bosco di Biancaneve si cela infatti una gran varietà di insetti, rettili, anfibi, piccoli mammiferi e uccelli notturni e diurni.

Spesso non c’è bisogno di andare troppo lontano per scoprire posti che sembrano usciti da una fiaba. Pronti per un weekend fuori porta?

 

di Irene Caltabiano

 

 

 
 

 

google playSeguici anche su Google Edicola »

 

loading...

✉ Iscriviti alla newsletter


☝ Privacy policy    ✍ Lavora con noi