I 4 aspetti fondamentali per imparare ad imparare

Imparare ad imparare

imparare-1Non si può far qualcosa senza prima conoscerne a fondo i segreti.

Perciò, prima di cimentarsi in una nuova attivià è importante saper come fare. Un mestiere manuale include certamente una buona base di teoria. Un aspirante calciatore? Fare gol è l'ultima cosa che imparerà. Prima è necessaria la preparazione atletica individuale.

Al di là di sport o discipline artistiche, ecco quali sono le quattro principali abilità che consentono un adeguato addestramento all'apprendimento.

  • Aspetto cognitivo

concentrazioneServono logica e intuizione, abituare la mente a risolvere problemi quotidiani. Così come esiste la ginnastica fisica, è altrettanto necessario fare allenamento mentale, stimolare comprensione, memoria, concentrazione, etc.

Esistono tantissimi esercizi utili e divertenti da fare. Basterebbe che ogni giorno, in bagno, anziché stare al cellulare, ci si applicasse a fare qualche cruciverba o rompicapo.

  • Aspetto organizzativo

Non bisogna per nulla al mondo procrastinare. Un atleta, prima di iniziare un campionato, si deve allenare. Normale che le gambe si sforzino; magari il giorno dopo avvertirà un leggero fastidio che lo indurrà a riposarsi ma è proprio qui che lo sportivo non dovrà mollare.

Lo stesso esercizio va fatto per le mente. Ogni giorno dovete organizzarvi e fare allenamento. È indispensabile, sarete stanchi, ma se mollate avete già perso in partenza. Più si stimola il cervello, maggiormente risulterà pronto ad accogliere ed elaborare informazioni.

  • La volontà

atleta-6Per quanto ci si possa impegnare a sviluppare una tecnica per prepararsi ad imparare, l’ingrediente fondamentale è la volontà. Se prima di attivarsi, non c’è alcuna voglia, non si accenderà nessun fuoco. Inutile quindi tutto il lavoro svolto sull’aspetto cognitivo e organizzativo.

 
  • Aspetto emozionale

relax-8Bisogna essere nella condizione ideale. Se si è perennemente ansiosi o demotivati non si va da nessuna parte. Rilassatevi, staccatevi dallo stress e preparatevi nel modo più leggero possibile. È solo attraverso semplicità e divertimento che, se si vuole migliorare e imparare ad imparare, tutto è possibile.

È per tanto vero che “necessità aguzza l’ingegno”. Perché fare fatica quando con una pratica, pressoché “zen”, ci possiamo mettere nella condizione di affrontare qualsiasi cosa? Tali qualità, ad esempio, permettono di affrontare lo studio ma ancora meglio la vita di tutti i giorni.

Sarete, così, di fronte a un'altra prospettiva: «Sono pronto a tutto con estrema leggerezza e profondità. La mia mente è fresca, attiva e reattiva».

Luca_mordenti

 

di Luca Mordenti

 

 
 
 

google playSeguici anche su Google Edicola »

 

loading...

✉ Iscriviti alla newsletter


☝ Privacy policy    ✍ Lavora con noi