Guida intergalattica per neo-mamme

Sopravvivere alla maternità

anna jarvisAnna Jarvis celebrò per la prima volta la Festa della Mamma nel 1908 per ricordare sua mamma, un'attivista che lottava per la pace.

Nel 1914, il Presidente degli Stati Uniti Woodrow Wilson ufficializzò la festività come nazionale e da allora si diffuse l'usanza di regalare rose rosa alle mamme.

Tutti abbiamo avuto mamme che sapientemente hanno inventato anatemi celebri quali: “Così come ti ho fatto ti distruggo “, “Corri piano” (qualunque cosa voglia dire), e “non sudare”.

Tutti i neogenitori sperano di non fare errori, ma siccome non è possibile la speranza è quantomeno di non farne di grossi. Per evitare di diventare la mamma della Banda Fratelli, leggete la guida che proponiamo!

 Imparare a essere meno schizzinose

bambino che si sporcaSì, siete voi, le stesse che vi rifiutate di lavare i piatti perché vi fa schifo. Oppure siete le stesse che alla vista del vomito vomitate a vostra volta.

Beh, quando si tratta di figli tutto questo verrà messo da parte e avrete un biglietto di sola andata per Schifosilandia, un mondo fatto di cacca liquida (non state mangiando vero?) vomito da esorcista e muco che cola nella bocca.

Rimboccatevi le maniche, anche perché sennò si sporcano, e tenete presente che il lavoro sporco c’è, e qualcuno deve pur farlo.

Leggi anche: Festa della mamma e del papà, le ricorrenze (in)civili

Non perdete la testa!

 È necessario farsene una ragione: la casa sarà il set di un film di Tarantino, il frigo talmente vuoto da fare eco e la cena brucerà mentre squilla il telefono e il bambino urla a tutto volume! Sì, sono questi i momenti in cui vorreste una macchina per il teletrasporto. Lasciate andare, tenendo in considerazione che non potete controllare tutto.

Guardatevi attorno, un respiro profondo e Hakuna matata!

Rimanete fedeli a voi stesse

fedeltàAnche se siete diventate mamme non significa mettere da parte voi stesse. Prima di avere il vostro bambino eravate figa, alla moda e piena di interessi.

Ora somigliate sempre di più a un Teletubbies, talmente prese da vostro figlio che un mercoledì pomeriggio in piena trans dopo l’ennesima notte insonne, avete messo la crema depilatoria come crema viso.

Ritagliatevi tempo! È necessario per mantenere la giusta sanità mentale e anche perché sennò, frustrate, la prima sberla che vola se la prende il pargolo!

Leggi anche: Io, casalinga con la passione per i gioielli, cambio vita e divento imprenditrice

Definite i ruoli

una mamma per amicaDimenticate tutto ciò che avete imparato da Rory e Lorelai: la mamma non è un’amica con la quale ci si sbronza né quella con cui ci si scambiano i ragazzi.

I bambini hanno bisogno dell'autorità dei genitori, è quindi bene impostare dei limiti ben precisi. Quando entrate nel bagno e vostro figlio ha usato il rossetto per segnarsi le guance come toro seduto, rimproverate!

Staccate

Quando sono dieci giorni che parlate solo bambinese e l’ultimo adulto che avete visto era in tv, è chiaro che il vostro mondo reclama il soccorso di un eroe. Non c’è bisogno di dilapidare il vostro patrimonio (tanto ci pensa già vostro figlio!) potete delegare facendo entrare in scena le nonne (non le hanno inventate apposta?)

Quindi se vi trovate nella nuova condizione genitoriale e questo è il vostro primo anno di festeggiamento per the mother’s day, è un ottimo giorno per cominciare a pensare ANCHE a voi stesse.

Toglietevi di dosso l’aspetto di Rose dopo il disastro del Titanic e ricordate che potete essere mamme sì, ma anche donne.

sara salini

 

di Sara Salini

 

 

google playSeguici anche su Google Edicola »

 

 

 

✉ Iscriviti alla newsletter


☝ Privacy policy    ✍ Lavora con noi

Contattaci