Green coffee, bere il caffè in modo più sano?

Miei cari amanti del nettare dei sonnacchiosi, da oggi c’è un’alternativa alla nostra bevanda preferita. 
Si chiama green coffee e altro non è che il chicco di caffè non ancora tostato. Ultimamente se ne sente parlare parecchio come il nuovo miracolo in campo diete e dimagrimenti. La bufala però è sempre dietro l'angolo. Quali sono i veri benefici di questa sostanza?
 
La lavorazione
I chicchi vengono trasformati per rimuovere la polpa senza intaccare lo strato sulla superficie esterna. Quando sono maturi hanno un colore simile al marrone o al giallo-rossastro e contengono parti volatili come la caffeina. La sostanza allontana molti insetti dal cibarsene e contemporaneamente contribuisce  a dare al caffè il classico aroma quando viene tostato. 
 
I benefici
I chicchi sono un toccasana contro la pressione alta. La sua diffusione è però legata alla funzione di integratore alimentare, anche se le ricerche sono ancora in fase sperimentale. Contiene una grande quantità di antiossidanti, dovute probabilmente al mantenimento del frutto quasi intatto;sarebbe addirittura più efficace del thè verde. 
 
L’ulteriore vantaggio del cugino della bevanda tradizionale è la minore quantità di caffeina, con un rilascio lento e continuo che consente un assorbimento più graduale e costante da parte dell’organismo. Nessuno di noi dipendenti rischia così l’overdose. Il ph del caffè verde è inoltre meno acido di quello torrefatto.
 
Aiuta davvero a bruciare grassi?
Il green coffee come molti integratori alimentari non garantisce la totale efficacia. Uno studio pubblicato sul Journal of Agriculture and Food Chemistry sostiene che non sia tanto utile come bruciagrassi quanto per le proprietà antidiabete. Il caffè verde infatti diminuisce il rilascio di glucosio, riducendo l’assorbimento di zuccheri nel corpo. Se si vuole comunque sfruttare per le sue proprietà dietetiche, al pari dei suoi colleghi deve essere usato con attenzione e moderazione e accompagnato da corretta attività fisica e consigli del nutrizionista.
 
Dove si può acquistare?
Il caffè verde viene generalmente venduto online, in bustine, da preparare proprio come un normale thè, in polvere o in capsule. La dose consigliata è tre tazze al giorno o una o due pastiglie, da assumere preferibilmente al mattino visto che facilita l’attivazione del metabolismo. Alcune erboristerie l’hanno inserito nel proprio catalogo, ma è più facile acquistarlo online. 
 
Una valida alternativa al caffè nero. Sperando che gli effetti siano simili. 
 
 
Ti è piaciuto quest'articolo? Potrebbe interessarti anche:
 
Iscriviti al canale YouTube >>>
 
loading...

✉ Iscriviti alla newsletter


☝ Privacy policy    ✍ Lavora con noi