Google apre la "caccia alla bufala"

Racconta-balle e inventori di notizie false, è giunta la vostra ora!
Big G ha inserito una funzione che, per alcuni risultati, verifica le fonti. La novità è stata svelata dall’azienda FoxTail marketing; il meccanismo è ancora in fase di sperimentazione, ma pare che , su alcuni termini, appaia una piccola freccia  a discesa che mostra informazioni sulla veridicità della fonte. 
 
Era da tempo che Google parlava dell'introduzione di un algoritmo di ricerca che mostrasse risultati sulla base dell'attendibilità più che sulla popolarità. Sappiamo infatti che molti link che compaiono tra i risultati non sono affatto quello che sembrano; pagine non ufficiali di aziende o personalità importanti, pubblicità ingannevole mascherata da titoli sensazionalistici. L’utente, grazie a questa funzione, sarà finalmente  guidato nella navigazione, evitando la beffa e alimentando la scrematura delle informazioni.
 
Mr G, era ora. 
 
Irene
 
Leggi anche:
 
Iscriviti al canale YouTube >>
 
loading...

✉ Iscriviti alla newsletter


☝ Privacy policy    ✍ Lavora con noi