Faso soap, il sapone che salverà 100mila vite

Può un detergente essere un antidoto alla morte?
 

Un oggetto di uso comune diventare àncora di speranza di un intero Paese? Faso Soap è l’idea di una startup per porre rimedio al problema della malaria nei Paesi africani più colpiti. I burkinabè Moctar Dembelè e il burundese Gèrard Niyodinko hanno creato una sostanza speciale che potrebbe non solo tenere lontane le zanzare ma  limitarne la riproduzione. Faso soap contiene infatti insetticidi che neutralizzano gli insetti anche quando presenti in acque stagnanti.

La malaria causa un milione di morti l’anno in Africa, soprattutto nella Repubblica subsahariana. È stato stimato che se Faso soap fosse distribuito al 40%  degli abitanti di sei Paesi africani verrebbero salvate 100mila vite in due anni. È stata perciò avviata una campagna su Ulule, piattaforma francese di crowdfunding, per finanziare la ricerca e realizzare il potente antidoto. Purtroppo produrre un sapone del genere è costoso per una giovane startup. La cifra verrà sfruttata per fare test ed essere certi dell'efficacia prima di commercializzare il prodotto.

I primi test del Centre National de Recherche et de Formation sur le Paludisme (CNRFP) a Ouagadougou si sono rivelati incoraggianti. Alcuni volontari infatti proveranno il sapone e valuteranno successivamente quante zanzare si saranno allontanate nell’arco di otto-nove ore.

Perché un sapone?
 

Spesso la cosa più difficile è far attecchire abitudini diverse da quelle locali, ma l’uso del detergente non si allontanerebbe dai costumi africani. Loro stessi lo utilizzano per scacciare le zanzare.«Lavandosi con questo sapone prodotto a partire da elementi naturali e locali la popolazione si ripulisce e si protegge dai parassiti diventati resistenti a diversi medicinali antiparassitari», dicono gli studenti Dembélé e Niyondiko. Il Faso Soap contiene citronella, karitè e altri ingredienti segreti ed è stato creato nell’ottica di essere accessibile a tutti, infatti costa solo 300 franchi (0, 46 cent) Gli sponsor della campagna sono Etikea, Mapa Spontex, St Hubert et la Fondation ELI.

Speriamo che la promozione abbia successo. A volte il pesce piccolo può smuovere il mare.

di IRENE CALTABIANO

 

Ti è piaciuto quest'articolo? Leggi anche:

Iscriviti al canale YouTube
 

 

loading...

✉ Iscriviti alla newsletter


☝ Privacy policy    ✍ Lavora con noi