Equitalia costretta a rimborsare cittadino per abuso di diritto

Chi la fa l’aspetti. È proprio il caso di dirlo. Così, la Commissione Tributaria Provinciale di Sassari ha condannato Equitalia a versare 40.000 euro a un notaio, chiamato in precedenza a sborsarne ben 52mila. All’origine di tutto, un “abuso di diritto” da parte dell’Agenzia di Riscossione. 
 
La Commissione ha perciò annullato l’ipoteca effettuata a dicembre 2010 su 33 beni, tra cui ville,terreni, edifici rurali e appartamenti.  Equitalia si era fatta decisamente “prendere la mano”, applicando il fermo amministrativo per un importo ben superiore all’effettivo dovuto. Il notaio aveva pagato, ma poi aveva inoltrato ricorso. 
 
«È fuori di qualsiasi ragionevole dubbio che il valore dei beni ipotecati sia notevolmente superiore all’ammontare del credito che si intende garantire ed è certo che vi fosse la consapevolezza, da parte di chi ha effettuato le iscrizioni ipotecarie, che il valore degli immobili fosse di molte decine di volte superiore al credito vantato». Così la Commissione Tributaria Provinciale nella sentenza depositata nei giorni scorsi che, si spera, costituirà un precedente in grado di fare giurisprudenza. 
 
 
 

 

✉ Iscriviti alla newsletter


☝ Privacy policy    ✍ Lavora con noi