Entrare in Silicon Valley? Comincia dal gilet di pile...

Reid Hoffman, Marc Benioff, Joann Wilson.

Cosa hanno in comune? Sono investitori della Silicon Valley.  Notate qualcos altro? Ebbene sì, il gilet di pile. Pare che la quintessenza di un investitore di successo, lo status symbol del business man stia tutto in questo capo comfy e double face.

Hoffman è il co-founder di LinkedIn e partner di Grey Lock, i cui investimenti includono AirBnb, Facebook, Flickr  e indossa un modello blu della marca Patagonia. Benioff, direttore di Salesforce, agenzia finanziatrice di alcune delle più grandi  aziende software del mondo, ne possiede uno nero. La suddetta Joanne Wilson, investitrice in moltissimi settori, dal cibo alle palestre, è riuscita ad elevare il gilet di pile a capo fashion.

Perché è diventato un indumento irrinunciabile?

Sicuramente il clima frizzantino della Bay Area ha influito sul classico vestirsi a cipolla. Kim Milosevic, CEO di Andreeseen Horowitz ordina carichi industriali di gilet per gli eventi ufficiali, come regalo per invitati e dipendenti. « Volevamo un capo di alta qualità che risultasse utile per i nostri ospiti ».

La fama dell'outfit potrebbe  essere dovuta al cameo del modello Patagonia indossato da Zach Woods nella serie cult  Silicon Valley. Richard Royon, scenografo dello show, ha trascorso mesi sul posto per trovare l’ispirazione estetica, E tutti, dai dipendenti Google, a quelli Facebook, fino alla Apple indossavano il gilet di pile modello Patagonia.  Una tendenza che è arrivata fino alla divisione newyorchese.

Infine avere un negozio a Palo Alto aumenta a dismisura la possibilità di vendita tra i prezzi grossi. Possedere un indumento del genere non è garanzia di assunzione all’Olimpo della tecnologia, ma provare non costa nulla.

 

di Irene Caltabiano

 

ISCRIVITI al canale YouTUbe
 
 
loading...

✉ Iscriviti alla newsletter


☝ Privacy policy    ✍ Lavora con noi