Ecco come ti distruggo l'autostima dei bambini

Tutti sappiamo come gli elogi incoraggiano l'auto-stima dei figli. Un incoraggiamento aiuta a formare la personalità.
Gli elogi

Funzionano in maniera molto semplice: si loda il proprio figlio o figlia quando supera un esame, prende un bel voto a scuola, quando fa un bel lavoretto.

Eppure il considerarli meravigliosi non sempre giova all'accrescimento della stima personale.

Il lato B degli elogi
Cosa succede però quando gli elogi si fanno ripetitivi? Cosa succede quando ci aspettiamo un premio, ma sorprendentemente non lo riceviamo? Talvolta gli elogi possono portare i bambini a scegliere la strada più facile, anziché cercare di superare loro stessi a prescindere dalle difficoltà che potranno trovare lungo il cammino verso i loro obiettivi.
 
Ma c’è di più
Gli elogi possono indurre i nostri figli in ciò che non gli piace
In altre parole, potrebbero voler raggiungere un risultato positivo esclusivamente per ricevere un nostro complimento, senza che a loro piaccia davvero quello che stanno facendo. È importante che i bambini non pensino alla ricompensa ogni volta che fanno qualcosa. La lode potrebbe funzionare parallelamente all’ottenimento di un regalo ricevuto ogni volta che si ottengono risultati positivi.
 
Gli errori da non commettere
  1. Premiarli per la capacità e non per lo "sforzo" impiegato
  2. Premiarli con esagerazione. Frasi del tipo "sei un grande", "sei un artista", producono effetto opposto
  3. Mettere pressione. I bambini devono essere motivati non pressati! La pressione genera ansia.
Quindi, il consiglio è di lodare, premiare, incoraggiare. Ma non premiate lo sforzo, il superamento! Non premiate quello che si ottiene con facilità e non esagerate mai. 
È bene ottenere le cose con fatica, solo così si può capire il loro vero valore.
 

 

loading...

✉ Iscriviti alla newsletter


☝ Privacy policy    ✍ Lavora con noi