Dalla cipolla solo lacrime...di gioia!

Cipolla mon amour

cipolla-1La cipolla è un alimento di cui non si può proprio fare a meno. Almeno è così per gli italiani, sempre presente nelle nostre salse, piatti unici, pasta e insalate. 

 Non solo è molto gettonata cruda ma, in passato, il suo sapore caratteristico donava alle pietanze dei meno abbienti un valore aggiunto.

Insomma, saporita ed anche salutare, scopriamo insieme i suoi punti di forza e soprattutto le ultime scoperte dal mondo della ricerca scientifica.

La cipolla appartiene alla stessa famiglia dell’aglio. Ne esistono diverse varietà, dalla “classica” bianca a quella famosissima rossa di Tropea,  È sempre stata apprezzata, sin dai tempi antichi, per le sue proprietà terapeutiche.

cipolla-8Quali vitamine e minerali sono presenti?

È un’ottima fonte di vitamina C e vitamina K. Non solo, presenta anche il cromo, minerale importante per la regolazione della glicemia.

La cipolla contiene anche le fibre?

Si, anche se non viene spesso citata per questo tipo di caratteristica. Il contenuto in fibre, difatti, non è da sottovalutare. Per 100 g di alimento, sono presenti ben 14g di fibre.

Proprietà salutistiche

cipolla-10La cipolla, anche se sottovalutata poiché usata banalmente tutti i giorni in cucina, ha delle doti salutistiche peculiari.

 
  1. Riduce la pressione sanguigna, ed i livelli di grassi in circolo
  2. Riduce la glicemia
  3. Allevia i sintomi dell’asma, limitando gli spasmi respiratori
  4. Arresta la crescita delle cellule tumorali

Cipolla di Tropea e ulcera diabetica

Recentemente un team tutto italiano, in particolare dell’università della Calabria, ha formulato una lozione molto importante. Èstata realizzata, infatti, una pomata per curare le ulcere diabetiche. Ha un potere cicatrizzante superiore, rispetto alle creme presenti attualmente in commercio, e non provoca allergie.

Il mio consiglio?

Una volta sbucciata la cipolla, riporla in frigorifero per non più di due giorni, nei contenitori specifici per questo alimento. E per evitare le lacrime? Conservarla al fresco per qualche ora prima di tagliarla o al massimo, se si è particolarmente sensibili, sciacquarla sotto l’acqua corrente per qualche secondo.

E ricordate che da oggi la salute viaggia dal web alla vostra tavola!

marina-putzolu

 

di Marina Putzolu

Biologa e nutrizionista

 

 

 
 

 

 

google playSeguici anche su Google Edicola »

 

loading...

✉ Iscriviti alla newsletter


☝ Privacy policy    ✍ Lavora con noi