Covid-19: prestiti all’insegna della solidarietà grazie a Younited Credit

Qual è la peculiarità degli eroi?

La capacità di fare quotidianamente cose fuori dal comune. Intraprendere scelte dolorose, da cui dipendono migliaia di persone, sacrificare parte della propria vita per il bene altrui, fino a mettere a repentaglio la propria incolumità.

Spesso, per loro, non c’è niente di eccezionale in ciò che fanno. Anche se si tratta di turni di lavoro da 10 ore, in cui si ritrovano faccia a faccia con un’epidemia esplosa come una bomba ad orologeria, e che li costringe a vedere pochissimo la famiglia, o addirittura tenersene alla larga. Gli eroi, quelli veri, provano una sorta di imbarazzo quando si parla di loro, perché si trovano decisamente più a loro agio quando sono immersi in ciò che amano: dedicarsi agli altri.

Anche gli eroi, però, devono confrontarsi, nel privato, con i problemi ed i piccoli imprevisti della quotidianità. Ma, per un amaro paradosso, non sempre ricevono aiuto e supporto con l’immediatezza e la spontaneità che donano al prossimo. E il dolore che nasce dalla frustrazione è cieco e sordo, fatica ad esprimersi e liberare chi lo percepisce.

Provate ad immaginare uno scenario del genere: Enrica è un’infermiera e lavora in Piemonte, da un mese e mezzo i suoi turni in ospedale sono diventati più lunghi ed emotivamente sfibranti. Vede pochissimo i figli, per prudenza preferisce, anche se a malincuore, non andare a trovare la mamma 70enne, eppure tiene duro. Non vuole (e non può) crollare, perché altrimenti andrebbe in pezzi un meccanismo delicato e fragile, per il quale anche il suo contributo è indispensabile. Poi un giorno Davide, il suo figlio più piccolo, mentre mangia, sente rompersi qualcosa in bocca: è un dente. Dolore, spavento…e necessità di intervenire immediatamente per fare l’estrazione e procedere all’impianto. Ma il dentista spiega che si tratta di un piccolo intervento, in pratica, e che il tutto costerà quanto lo stipendio che Enrica guadagna in un mese.

Che fare? A chi rivolgersi? In banca in queste settimane c’è il panico, perché l’implementazione dei provvedimenti contro il Coronavirus decisi dal Governo richiede tempo.

Younited Credit, fintech company leader in Europa per il credito al consumo, ha lanciato un’iniziativa dedicata a tutti gli eroi silenziosi come Enrica. A partire dall’8 aprile, infatti, i lavoratori che stanno continuando a lavorare in sede per fare fronte al Covid19 (personale sanitario, polizia, forze armate e vigili del fuoco), possono beneficiare di prestiti personali al tasso simbolico dello 0,01% per importi compresi tra 1.000 e 3.000 euro da rimborsare in un periodo minimo di un anno o in un massimo di due anni.

Cinque milioni di euro è il budget messo a disposizione da YT nei cinque Paesi in cui opera (Italia, Francia, Spagna, Portogallo e Germania) per dare un aiuto concreto a chi ogni giorno si alza e affronta tre sfide. Salvare le vite altrui, aiutare la comunità, e tornare a casa dai propri cari.

Clicca qui per compilare la tua richiesta >>

 
Francesca Garrisi
 
 
 

 

google playSeguici anche su Google Edicola »

 

✉ Iscriviti alla newsletter


☝ Privacy policy    ✍ Lavora con noi

Contattaci