Cos'è la sindrome del papavero alto?

 Dillo con un fiore...

papavero altoI primi riferimenti a tale definizione partono da Aristotele. Ma se ne trova traccia anche nelle opere di Erodoto.

Cosa si intende per sindrome del papavero alto? L' invidia che provocano le  persone che  si distinguono per bravura in un determinato ambito, facendo emergere, di riflesso, i limiti altrui. 

La leggenda

spighe-grano

L’imperatore Tarquinio Prisco inviò un messaggero a Trasibulo, tiranno di Siracusa, per chiedere consiglio su come mantenere un buon controllo sui suoi domini.

Trasibulo, all'arrivo del consigliere, cominciò a camminare nei campi, in silenzio. Ogni volta che trovava una spiga più alta delle altre, la tagliava e l’appoggiava a terra, senza dire mai una parola.

Quando il messaggero tornò dall’imperatore, gli riferì il suo strano atteggiamento.

 Tarquinio afferrò al volo il messaggio: doveva eliminare tutto ciò che stava al di sopra degli altri, ovvero coloro che per qualche ragione risultavano migliori, allo scopo di evitare che il suo potere e la sua supremazia venissero messe in discussione.

Come si traduce questa storia nel quotidiano?

papavero-altoUna delle più grandi contraddizioni degli uomini riguarda la difficoltà di apprezzare i successi altrui. Una qualità ancora più rara di possedere talento infatti sta nell'umiltà di riconoscerlo agli altri.

Come con i papaveri più alti, che vengono tagliati per “ non far sfigurare” gli altri fiori, si cerca di screditare o mettere in riga chi ha il coraggio di opporsi alla massa, con un punto di vista assolutamente originale.

La contraddizione della società

Il mondo di oggi ci invita ad emergere dal mucchio, ma, allo stesso tempo ci impone limiti molto precisi. L’idea è quella di aderire solo a determinati parametri di successo.

Ad esempio, l’impiegato del mese non è necessariamente chi è cresciuto dal punto di vista lavorativo, bensì la persona che è riuscita a portare a termine gli obiettivi prefissati entro scadenze stabilite. Ciò indica l’aderenza ad un determinato schema, volto sempre e comunque agli interesse dei vertici.

 

 In questo caso è come se quel fiore fosse cresciuto semplicemente soddisfacendo le esigenze del giardiniere. Se, invece, qualcuno riesce a emergere per diversi motivi considerati validi, probabilmente desterà sospetti e verrà escluso.

La sindrome del papavero alto e le sue conseguenze

papavero-altoIl primo effetto è la tendenza, quasi naturale, a non permettere agli altri di farsi strada perché l'essere i migliori in qualcosa genera negli altri la sensazione di una probabile minaccia. 

Chi  si distingue dalla massa è spesso oggetto di forti critiche e screditato proprio perché tale atteggiamento nasconde in realtà l’incapacità degli altri di fare altrettanto.

Il secondo pericolo è che le persone in questione ne rimangano affossate, senza mai dimostrare al 100% il loro talento per il timore di essere giudicati e ostracizzati.

Per questo molti si convincono che la miglior soluzione sia puntare sul profilo basso, non emergere, adeguarsi a regole stabilite. Ma questo è davvero un peccato, perché si rischia di castrare il proprio successo e diventare stelle destinate a implodere su sè stesse.

di Irene Caltabianoirene-caltabiano

 

 

 

 

 

google playSeguici anche su Google Edicola »

 

loading...

✉ Iscriviti alla newsletter


☝ Privacy policy    ✍ Lavora con noi