Cos'è la PNL e perchè tutti dovremmo imparare questa tecnica

PNL

pnl-1O Programmazione NeuroLinguistica.  Una metodologia che si sta diffondendo non solo tra i grandi manager e i business men, ma chiunque voglia utilizzare al meglio le proprie risorse e migliorare le sue relazioni, lavorative o interpersonali.

Cosa significa precisamente?

  • NEURO in quanto l' esperienza, il conscio, e il subconscio derivano dai sensi e dal sistema nervoso;
  • LINGUISTICA perché i processi mentali sono codificati, organizzati, ricevono significato e sono trasformati attraverso il linguaggio;.
  • PROGRAMMAZIONE perché è come se le persone venissero "riprogrammate" organizzando al meglio il funzionamento del sistema nervoso e le tecniche di comunicazione, in particolare quella verbale.

Chi ha inventato la PNL?

bandler-grinderLa PNL è stata inventata nel 1970. Richard Bandler, allora neolaureato in Psicologia all'Università di Santa Cruz, cominciò studiare insieme a John Grinder, suo compagno di studi, le metodologie utilizzate da alcuni famosi terapeuti, tra cui Fritz Perls, Milton Erickson e Virginia Satir, in modo da produrre cambiamenti efficaci sulla psiche, con una certa durata e continuità.

Agli inizi degli anni '70 Brandler cominciò così a teorizzare la PNL in modo scientifico, insieme ad un suo alunno particolarmente brillante, Robert Dilts.

A metà anni '80 un giovane promettente, Anthony Robbins, partecipò ai corsi di PNL di Bandler e Grinder capendo l'importanza e straordinarietà della metodica. A 24 anni Robbins scrisse il libro "Come ottenere il meglio da sé e da gli altri" divenuto poi un best seller mondiale che ha divulgato la PNL e l'ha resa accessibile a tutti.

A cosa serve?

ascolto-10Bandler e Grinder hanno prima decodificato il linguaggio della mente sulla base di immagini, suoni, sensazioni e parole. Poi hanno usato queste conoscenze per riprogrammarla e guidarla verso abitudini più sane, verso una gestione migliore degli stati emozionali.

 

La PNL insegna a distinguere tra fatti e atteggiamenti. I fatti, cioè gli eventi della vita, sono una realtà, non dipendono dal modo in cui noi li osserviamo. Il modo di interpretare o giudicarli  è frutto di un atteggiamento soggettivo, dell'interpretazione che ciascuno di noi dà all'esistenza.

 

Su cosa si concentra la PNL?

 La parola

comunicazione-25Le parole che utilizziamo delimitano la nostra realtà e il nostro modo di capire il mondo, una prospettiva personale che non sempre coicide con quella delle persona con cui parliamo. Oltre a questo, le persone possiedono altri due tipi di comunicazione: quella interna (ciò che pensiamo e sentiamo nel profondo) e quella esterna (che oltre all’utilizzo delle parole che esprimiamo a voce alta, include i gesti, la postura e i movimenti del corpo).

 Il modo in cui processiamo le informazioni

Le persone si differenziano per il loro modo di captare le informazioni. Ci sono persone che si affidano più all’aspetto visivo delle cose, altre a quello uditivo e altre ancora alle sensazioni.

 L’ancoraggio

tramonto-21Magari c'è una situazione che provoca particolare agitazione, ad esempio parlare in pubblico. Un modo per affrontare questo problema sarebbe ancorarsi ad un momento piacevole e positivo che ricordiamo bene e associarlo tramite tecniche di visualizzazione e respirazione alla situazione stressante. Un tramonto, una musica rilassante, una passeggiata con il partner… ciò aiuta a riprogrammare la situazione e visualizzarla con maggiore armonia.

 Il tempo

credere

Il tempo ha un’importanza diversa per ogni persona,: nel passato si agglomerano ricordi ed nostre emozioni, un baule dal quale spesso possiamo prendere delle buone cose per migliorare il presente.

Nel presente che si verificano le nostre esperienze sensoriali, nel quale si succedono gli avvenimenti veramente importanti e nel quale dobbiamo impiegare tutte le nostre forze e i nostri sforzi per avere un buon futuro. Il futuro ancora non esiste, per questo bisogna vederlo come un punto a cui giungere e in cui riporre i nostri desideri.

Ecologia di sistemi

”Siamo ciò che crediamo”. E ciò che crediamo diventa concezione del nostro mondo, ciò che ci fa agire e comportare in un modo piuttosto che in un altro. A volte queste credenze sono tanto radicate nel nostro essere che non ci rendiamo nemmeno conto se quest'ultime siano un bene o un male.

Per questo la PNL penetra nella nostra ecologia di sistemi per farci prendere coscienza e riorganizzare queste strutture in modo più benefico e ideale.

 

di Irene Caltabiano


 

 

 

google playSeguici anche su Google Edicola »