Cos'è il lazy loading e a cosa serve

Dopo il rilascio su Chrome, anche Mozilla Firefox sta per essere dotato della funzionalità Lazy Loading, una modalità di caricamento lento dei dati web che fa risparmiare dati sulla memoria del proprio computer

lazy-loadingPiccola rivoluzione in arrivo per i computer grazie al lazy loading: dopo Google che ha rilasciato su Chrome questa funzionalità lo scorso gennaio, adesso arriva anche Firefox con la modalità di caricamento lento su Mozilla. Ma di cosa si tratta nel dettaglio questo lazy loading?

Di norma, quando si naviga sul web, abbiamo accesso a contenuti testuali e non: questi ultimi, tra immagini, video e audio, vengono mantenuti in memoria quando scorriamo le pagine visualizzate e non spariscono (per così dire).

La genialità del lazy loading sta proprio nel fatto di riuscire a far smaltire al nostro pc questi dati senza mantenerli sulla ram durante la sessione.

Cos’è il lazy loading?

lazy loading 7Il lazy loading si traduce letteralmente come caricamento lento ed è un processo attivo durante la visualizzazione di una pagina web con la capacità di non mantenere in memoria i contenuti non testuali in background.

Fondamentalmente, il lazy loading permette di risparmiare la memoria temporanea presente sui nostri personal computer quando siamo in navigazione su internet. Detta in parole povere, è una mole di dati non necessari che il sistema processa senza residui che rallentino la processione dei dati.

Mozilla presto con il lazy loading

lazy loadingCosì, a pochi mesi di distanza dal lancio ufficiale da parte di Google sul suo browser Chrome e dopo Blink, Webkit e Gecko, anche dall’ufficio sviluppo di Mozilla è in arrivo l’aggiornamento per Firefox, affinché possa supportare il lazy loading e alleggerire la ram impiegata nelle sessioni online.

Attualmente, un browser mantiene in memoria i contenuti multimediali anche quando sono visibili sul proprio schermo;

La modifica sostanziale riguarda la sezione della memoria che d’ora in avanti sarà impiegata solo nel mantenere la posizione del contenuto non testuale e non registrando più il suddetto contenuto per intero.

In pratica, ogni volta che si consulta la parte della pagina web, il contenuto viene ricaricato e successivamente visualizzato. Questo potrebbe significare, quindi, un minore consumo di dati e un miglioramento nella velocità di caricamento

Come attivare la funzionalità Lazy loading

Abilitare la modalità lazy loading su Firefox è molto semplice: come per tutte le altre applicazioni del browser Mozilla, basta cliccare sulla sezione dedicata alla personalizzazione del programma. Ricordiamo invece che per quanto riguarda Chrome, la funzionalità è reperibile nell’area Flags.

 

di Felice Catozzi

 

 

 

 

google playSeguici anche su Google Edicola »

 

✉ Iscriviti alla newsletter


☝ Privacy policy    ✍ Lavora con noi

Contattaci