Correre è davvero noioso?

Primavera, periodo dei primi caldi.

 tizio-sul-divanoI fiori sbocciano, l’anima si ridesta e… tutti di corsa al parco. Un luogo dove rinascere, respirare aria nuova e perché no, allenarsi. Quanti di voi lo fanno? Quanti lo vorrebbero fare? Quanti ci hanno provato e poi hanno lasciato perdere?

Spesso quando si decide di correre è perché ci sentiamo fuori forma. L’inverno ci ha reso pigri ed è causa di qualche chilo di troppo che vorremmo eliminare.  Il nostro scopo però richiede troppi sacrifici e pian piano i buoni propositi vengono inghiottiti dal divano. Ammettiamolo, la corsa non è per tutti e andrebbe praticata con passione e consapevolezza. Ci siamo mai interrogati su come rendere questo momento meno noioso e aleatorio? Ecco alcuni utili consigli da tenere a mente.

Informarsi. Cos’è la corsa? Quali sono i suoi benefici? Quanto e quando devo praticarla? Posseggo i requisiti corsafondamentali? Essere curiosi e documentarsi è il primo passo verso la conoscenza e quindi la padronanza di ciò che si andrà a fare. Libri, riviste, consigli medici sono alcuni mezzi necessari per poter affrontare un percorso con convinzione.    

Il giusto programma. Uscire di casa per andare a correre è approssimativo. Occorre avere un obbiettivo ben preciso e seguire una ritmo di lavoro con diversi step da superare. In questo modo ogni volta è una sfida a far di più, migliorarsi e gioire dei propri successi.

Nessuna fretta. Ascolta il tuo corpo.  Le prime volte non sarà facile, è normale essere affaticati, stanchi e con qualche dolore ma come dice il detto: “Se bello vuoi apparire, un poco devi soffrire”. Non occorre perciò pretendere troppo da se stessi. La corsa è uno sport e un hobby davvero benefico ma necessita di regole ben precise.

ragazza-che -correL’ABC. Non partite mai correndo spediti. Iniziate con almeno cinque - dieci minuti di riscaldamento, camminando a passo rapido. Bisogna predisporre l’organismo all’attività fisica, mantenendo una respirazione sempre naturale e mai forzata. Una buona preparazione è l’antidoto giusto a eventuali infortuni e cattivi andamenti.  

Giornata no. Supponiamo che stiate seguendo un programma che richiede un allenamento preciso ma oggi proprio non è aria. Esco o non esco? Questo è il dilemma. Una situazione del tutto normale ma  che va affrontata con la dovuta motivazione. “Corro domani”, è un primo segnale di pigrizia, che mina non solo il lavoro svolto ma forza, determinazione e salute.  La corsa va praticata con continuità. Il miglior motto? Poco e spesso.

Amare se stessi e gli altri. Lo stile di vita è una componente importante e se intraprendi l’attività della corsa vuol dire che stai cercando di far qualcosa di buono per il tuo corpo. Bisogna eliminare fumo, alcol e seguire una dieta sana ed equilibrata. Pratica e costanza scioglieranno stress e tensioni. Il traguardo sarà sempre più vicino.

Incontri. Uscire all’aria aperta è un’occasione non solo per stare a contatto con la natura e migliorare le prestazioni fisiche ma per fare conoscenze, condividere l’attività e perché no, trovare l’anima gemella.

Insomma, che aspetti? Armati di indumenti sportivi, accogli la bella stagione e diventa padrone di te stesso.

 

di Luca Mordenti 

 

 
 
 
loading...

✉ Iscriviti alla newsletter


☝ Privacy policy    ✍ Lavora con noi