Come superare la prova costume camuffando con stile

L’estate sta arrivando!

cartellone-pubblicitarioBevete molto, non uscite nelle ore più calde, mettete la protezione solare. Ma soprattutto, non guardate i cartelloni delle marche di intimo e costumi. Non fatelo, se non volete andare alla prima pasticceria e abbuffarvi di dolci per dimenticare che sì, anche quest’anno la prova costume non è stata superata.

Da un paio di settimane a questa parte nel percorso casa-lavoro svetta davanti ai miei occhi il cartellone pubblicitario della Calzedonia, causando in me lo stesso livello di ossessione che Anita Ekberg provocava a Peppino De Filippo ne Le tentazioni del dottor Antonio

Chissà com'è , ogni anno  le marche di intimo sanno come metterti di fronte alla tua colpevolezza, al fatto che forse no, quel piatto in più di tagliatelle al sugo di cinghiale potevi risparmiatelo.

Sedano vs tagliere

sedanoTu ci provi a dirti che sei una donna emancipata, che i problemi della vita sono ben altri e che questo è solo il modello che la società ti impone, a cui tu, strenuamente, non cederai.

La biondina col costume azzurro passa ore in palestra, mantenere un corpo da statua altro non è che il suo lavoro. Lei non sta seduta per ore al computer a spremere il cervello e inflaccidire le cosce. Lei si nutre di sedano e aria, mentre a te i carboidrati servono per alimentare la materia cerebrale. 

 

Ma lei è comunque lì, che ti guarda dall'alto in basso col suo sorriso al fluoro e i suoi giudicanti occhi blu zaffiro che sembrano sussurarti: “Io sono liscia come il sedere di un bambino mentre le tue gambe assomigliano più a ciò che vide Neil Armstrong al suo sbarco sulla Luna. E non sai nemmeno usare Photoshop”. E lì rimarrà, almeno fino a metà settembre.

Niente paura, care donne. Agli uomini mi rivolgo meno, dal momento che un buon 60%  di loro non  si cura dell’adipe che trasborda dal bermuda o dal costume a pantaloncino. Anzi, come le cocorite, sfoggiano orgogliosi il loro punto vita, trofeo di aperitivi e sushi challenge con gli amici.

Quindi ragazze, in barba alle modelle di Calzedonia e Intimissimi, anche quest’anno non costringiamoci a diete estenuanti solo per due misere settimane al mare. Come quando passavamo più tempo a preparare i bigliettini per il compito in classe con la cura di un amanuense mentre avremmo studiato la lezione nella metà del tempo, continuiamo tranquillamente a fregarcene, andare di mortadella e carbonara e sopravvivere grazie a specifici trucchetti. 

Un po' di dritte

  • ippopotamoIl grande classico è puntare sul relativismo adiposo. Due settimane prima delle vacanze, fai una rapidacernitadegli amici con cui partirai. Dopodichè fingi l’arrivo di un carico di pacchi da giù, con quella provola che proprio non possono non assaggiare. Poi organizza un paio di cene in cui assisterai al lento rilassarsi dei loro addominali mentre tu ridacchi malvagiamente sotto i baffi servendo loro il bis.
  • Un’alternativa potrebbe essere un corso rapido del pacchetto Adobe, con specializzazione sul filtro Fluidica. Oppure cimentarsi in un perfetto collage tra il corpo di Belen e la vostra faccia.
  • Rifuggite le foto da seduti e prediligete le immagini distesi supini, magari coprendo in prospettiva quel fastidioso rotolino con una Corona o una bottiglietta di thè . Oppure sviluppate il vostro album delle vacanze accanto a un turista americano in sandali al fine di distogliere l’attenzione dalla circonferenza-vita ( l’ignaro forestiero non saprà mai quanto gli siete grati)
  •  Lo stesso effetto può essere sortito con un cappello a falde larghe a pois verde acido su fondo blu.
  • L’ultimo consiglio che mi sento di darvi è giustificare i lardominali con un’intolleranza al lattosio sorta nelle ultime settimane.  Oppure, ultimo grande topic, puntare sull' ossa grosse factor.
  • Se invece tenete all’originalità, convincete i vostri amici sul potere fashion del burkini.

irene-caltabiano

 

di Irene Caltabiano

 

 

 

 

google playSeguici anche su Google Edicola »