Come non farsi schiacciare dalla sindrome da rientro

Scrivania, ore 8.30.

stress da rientroSguardo apatico, mente ancora lì,  in mezzo al turchese delle onde o tra le sfumature rossastre del tramonto

Fisicamente sei in ufficio, di fronte al computer; in realtà continui a vagheggiare cocktails, falò e albe sulla spiaggia.

Il rientro dalle vacanze può essere una vera e propria violenza, se non affrontato nel modo giusto. Anche perché spesso le ferie, nonostante i buoni propositi, sono tutt’altro che  riposanti.

Niente paura: siamo tutti nella stessa barca. Ma esistono soluzioni migliori che versare lacrime amare di fronte al foglio bianco di Word o alla macchinetta del caffè. Conviene giocare d’astuzia e far sì che tornare a destreggiarsi tra scartoffie e scadenze sia meno traumatico possibile. Ecco alcuni consigli che potranno di certo risultare utili a superare la sindrome post-ferie.

 

Tornare con qualche giorno d’anticipo

Non varcare la soglia di casa esattamente l’ultimo giorno di vacanza. È utile dedicarsi al ri-ambientamento. O quantomeno a lavatrici e recupero di viveri.

Adattare le abitudini del sonno

È  il momento, ahimè, di abbandonare la siesta pomeridiana e iniziare ad andare a letto ad un orario che garantisca almeno sette ore di riposo.

Focalizzarsi sui lati positivi

Una componente importante è la percezione che abbiamo della nostra attività lavorativa. È importante cercare di scherzare con i propri colleghi, regalarsi  momenti di relax  e per quanto possibile, creare un clima di lavoro favorevole. Inoltre è utile ricominciare a mettere un ordine ai propri ritmi.

Fuggire dalla sedentarietà

Evitare il più possibile il campo gravitazionale del divano. Fai in modo di non entrare nel circolo vizioso casa-lavoro-letto.

Moderare il consumo di alcol e caffè

caffèAnche se la testa tenderà ad afflosciarsi sulla scrivania e sarete tentati da uno spritz di troppo per dimenticare, evitate  il consumo di bevande eccitanti quali alcol o caffè, che possono aumentare i sintomi ansiosi. 

Pianificare il tempo libero

 Siamo soliti associare solo alle vacanze alcune piacevoli attività. Cerchiamo invece di regalarci anche durante l'anno parentesi che ci consentano di terminare quel libro iniziato sotto l’ombrellone o continuare con il nostro yoga mattutino.

Fare il pieno di buoni propositi

Focalizzare le energie per riprendere gli hobby o iniziarne altri.  Mantenete la mente sempre attiva e vivace. E vedrete che ricominciare sarà più semplice di ciò che credete.

irene-caltabiano

di Irene Caltabiano

 

 

 

 

google playSeguici anche su Google Edicola »

 

loading...

✉ Iscriviti alla newsletter


☝ Privacy policy    ✍ Lavora con noi