Come evitare che l'ego diventi un nemico

Alzi la mano chi è convinto di conoscere il significato di ego.

ego-1Difficile darne una definizione univoca. Psicologi, filosofi, mistici hanno sempre cercato di intrappolarne la vera essenza. 

 Per essere semplici, possiamo dire che l’ego è l’immagine che abbiamo di noi stessi. Chi siamo fisicamente, mentalmente e caratterialmente?

Tante volte mi hanno accusato di avere un ego spropositato, molto probabilmente perché mi esponevo al mondo con sapienza, convinto di aver doti che non mi appartenevano. Laddove mi sentivo un leone, non ero che un uccellino in gabbia.

 Questo distaccamento dalla realtà, apparentemente positivo, è sintomo del contrario. Non mancano per tanto situazioni psicologiche di fondo problematiche. Esempio? Poca autostima corrotta da spocchia e arroganza, oppure un forte narcisismo che, se intaccato, potrebbe costringerci a metterci a confronto con la versione reale di noi stessi.

Che fare?

autoanalisiAnzitutto è opportuno fare autoanalisi. Che rapporto abbiamo con il nostro ego? Possiamo basarci su due step principali:

1.     Riconoscere chi siamo

2.     Ristrutturare l’ego.

Identità

È semplice: siamo ciò che facciamo. Bisogna chiedersi: che traguardi hai raggiunto con le tue azioni? Quali sono state le conseguenze?

Solo in questo modo e con l’aiuto di chi espone il proprio giudizio privo di malizia su di noi possiamo incominciare ad avere maggior consapevolezza del nostro essere.

 

Ristrutturazione

ego-4A questo punto anziché pensare ai traguardi raggiunti riflettiamo sulle azioni svolte nell’ultima settimana. Quelle concrete e non immaginate.

Ad esempio: avete aiutato una persona anziana con la spesa o avete cordialmente salutato qualcuno quando siete entrati e usciti da un bar? Queste azioni rappresentano, per esempio, la gentilezza. Ecco apparire perciò una qualità concreta su cui fare attenzione e ricostruire pian piano il vostro “io” reale.

Agire

Come si è dedotto, l’ego è la condizione psicofisica del risultato delle nostre azioni. Una volta tornati alla realtà se si vuole essere una persona migliore e accrescere positivamente la propria immagine, c’è da fare una sola cosa. Fissare obbiettivi e agire.

 Tutto si trasformerà nel miglior modo possibile, dettato dai propri desideri realizzati. E le persone, a questo punto, ci vedranno individui autentici e da cui prendere ispirazione

luca-mordenti

di Luca Mordenti  

Blogger filosofo

 

 
 

 

 

google playSeguici anche su Google Edicola »

 

loading...

✉ Iscriviti alla newsletter


☝ Privacy policy    ✍ Lavora con noi