Colazione: gli otto errori da non fare

"Fai colazione come un re, pranza come un principe, cena come un povero".
 

È proprio vero che i vecchi proverbi sono sempre validi. Purtroppo il primo pasto della giornata è spesso il più sottovalutato. Le scuse sono tante: chi ha troppa fretta, chi non avverte il senso di fame, chi ha bisogno di una semplice tazza di caffè. Eppure non solo la colazione è importante, ma fondamentale. Anche chi  segue assiduamente questo rituale spesso commette qualche errore. Vediamo quali sono i più comuni e come evitarli.

1)    MANGIARE CIBI ZUCCHEROSI

Gli italiani associano la colazione a qualcosa di dolce: cornetti, torte, biscotti, pane e marmellata. In realtà, anche se  quando andiamo all’estero i piatti con prosciutto e uova ci stomacano, danno un apporto calorico molto più corretto. Gli zuccheri infatti regalano un picco glicemico che si smorza in maniera repentina nell’arco di poche ore. Così già a metà mattinata, la fame ci sorprende. Come fare per cambiare le nostre abitudini senza sconvolgerle completamente? Si può provare con del pane integrale con formaggio spalmabile, macedonia di frutta fresca e secca, frittatine e torte salate.

2) NO A SUCCHI DI FRUTTA E YOGURT

Purtroppo il “nemico” è più subdolo di quanto pensiamo. Succhi di frutta e yogurt sono comunemente inclusi nel cibo sano. Ma in pochi si accorgono che la percentuale di frutta nelle bevande è minima e che, anche se gli yogurt hanno lo 0,1 % di grassi, quest’ultimi vengono sostituiti con gli zuccheri. Meglio optare per centrifughe o frullati fatti in casa o mangiare un frutto fresco, che mantiene inalterate le proprietà.

3) NON BERE ACQUA

L’acqua è una delle nostre più grandi risorse. La prima cosa da fare appena ci svegliamo è berne un bicchiere, tiepida con limone, per reidratare il corpo dopo la notte trascorsa. Una semplice abitudine che può portare molti benefici.

4) MANGIARE TROPPO TARDI

La colazione dovrebbe essere fatta non più tardi di un’ora nel corso della mattinata. Mangiare molto tempo dopo rispetto a quando ci si alza fa bruciare poche calorie e non consente al cibo di svolgere a pieno la sua funzione. 

5) MANGIARE TROPPO IN FRETTA

Quando si mangia, bisogna essere rilassati. C’è chi trangugia semplicemente una tazza di caffè  oppure si strafoga a lavoro,di fronte al computer. Quindici minuti di calma aiutano a digerire meglio e a godersi di più il gusto del cibo.

6)  NON MANGIARE FIBRE

Queste amiche del nostro organismo aumentano il senso di sazietà e contribuiscono a ridurre l’assorbimento di grassi e zuccheri. Un must per l’alimentazione mattutina, le fibre sono contenute nei cereali integrali. Si può dunque optare per un muesli fai da te con frutta secca, semi oleosi e un po’ di cioccolata fondente.

7) MANGIARE POCO O BERE SOLO CAFFÈ

La regola fondamentale del benessere alimentare è una sola: non digiunare. Evitare di mangiare la mattina non fa dimagrire, anzi,rallenta il metabolismo e fa aumentare la tendenza ad ingrassare. Inoltre il caffè preso a stomaco vuoto provoca ipersecrezione gastrica e quindi potrebbe successivamente apportare altri problemi di stomaco.

8)  NON ABBUFFARSI

Le colazioni a buffet, per quanto invitanti, sono estremamente pericolose. Il rischio infatti è farsi prendere per la gola e mangiare più del necessario.  Siate selettivi e mettete a tavola il necessario per un corretto apporto di calorie.

Provare per credere.

 

di  IRENE CALTABIANO 

 

Ti è piaciuto quest'articolo? Leggi anche:

-Iscriviti al canale YouTube-
 
loading...

✉ Iscriviti alla newsletter


☝ Privacy policy    ✍ Lavora con noi