Cascate del Mulino, le terme naturali per immergersi nel mito

Pochi le conoscono.

cascate-del-mulinoMa se vi viene rivelata l’esistenza di questa magica località, non avete più scuse per non programmarci una capatina. Le Cascate del Mulino (Saturnia) sono uno dei luoghi più affascinanti della Maremma Toscana, piscine naturali che sembrano uscite da un libro dei fratelli Grimm.  Un piccolo paradiso dove l’acqua sulfurea  ha scavato la roccia di travertino, levigandola e donandogli la forma di vasche. E in più, completamente gratuite.

Terme leggendarie

Le Cascate del Mulino hanno un’origine mitica.  Si narra siano nate in seguito a un fulmine lanciato da Giove, adirato contro il padre Saturno. La divinità, detronizzata dal suo stesso figlio, stava vagando per tutta la penisola prima di fermarsi in Maremma. Proprio qui Giove avrebbe scagliato la sua arma per neutralizzare il genitore, generando questa particolare formazione.

Leggi anche: Il bosco di Biancaneve esiste e si trova in Italia

 

Un toccasana per la salute

Non solo le terme offrono una vista mozzafiato ma le acque sulfuree, che escono dalla sorgente ad una temperatura di 37 gradi centigradi, hanno benefici sull’apparato respiratorio, articolare e circolatorio. Inoltre a livello dermatologico, l’acqua risulta avere funzioni antiossidanti ed esfolianti, grazie alla presenza del Plancton termale. Sono note ai locali anche come  "le Cascatelle" o "Cascate del Gorello", nel caso vi capitasse di chiedere informazioni.

Come arrivarecascate-del-mulino-2

Il metodo più comodo  per raggiungere il luogo è in macchina. Se si arriva da Nord, prendere l’autostrada A1 Milano-Bologna-Firenze , uscire a Firenze Impruneta e percorrere la superstrada Siena-Grosseto, seguendo poi le indicazioni per Scansano - Montemerano - Saturnia.

Se si arriva da Sud invece  imboccare l’autostrada A12 Roma-Civitavecchia, proseguire sulla strada statale Aurelia SS1 fino a Montalto di Castro, seguendo poi le indicazioni fino al bivio di Vulci, e infine, anche qui, verso Saturnia.

Se invece avete intenzione di intraprendere un viaggio un po’ più green e andare in treno, conviene arrivare alla stazione di Grosseto o di Orvieto. Da lì ci sono dei bus che vi portano direttamente sul posto.

Le terme sono aperte tutto l’anno, anche d’inverno. Ma soprattutto, se volete vivere un’esperienza davvero particolare, si può organizzare una visita notturna.

Per ritrovare la pace dei sensi. 

 

di Irene Caltabiano

 

 

 

google playSeguici anche su Google Edicola »

 

loading...

✉ Iscriviti alla newsletter


☝ Privacy policy    ✍ Lavora con noi