Bernardo e la sua falce e martello batte tutti 4 a 0

In un Italia che stenta a ripartire c'è chi aumenta i fatturati, gli utili e i dipendenti. 

Classe 1925

Si chiama Bernardo Caprotti, ed è il fondatore della catena di supermercati Esselunga. Milanese doc, segno zodiacale Bilancia.
Sarà forse per il simbolo del suo segno che ha da sempre pensato di aprire negozi di alimentari, fin da quando a 25 anni fu spedito dal padre negli Stati Uniti, dove, illuminato dai Supermarket degli anni '50, fa ritorno in patria e fonda il supermercato. Con la S lunga.

I dati 2015
Sgomitando tra concorrenti "sleali" e "politicizzati" come la COOP e finanziariamente potenti come Carrefour (che ha fondato la sua banca personale) cresce del più del doppio. 
Il fatturato 2015 è stato di 7,3 miliardi di euro, con 800 nuove persone assunte per un totale di 22 mila dipendenti
L'utile? +37% a circa 300 milioni di euro.
 
Il futuro
Ebbene si. Il "nonnetto Bernardo" continua a fare piani per il futuro. 
A 91 anni sogna di aprire il suo prima Supermercato a ROMA. Ha acquistato gli immobili e licenza nel 2003, ma a causa della cattiva politica locale, corrotta e spietata, forse riuscirà ad aprire solo nel 2016, in zona Prenestina. 
13 anni per aprire uno dei modelli di efficienza nazionale nella grande distribuzione. 
Da far invidia ai modelli francesi ed incuriosire gli inglesi di Mark & Spencer che sono venuti in Italia per capire qual'è la sua ricetta segreta!
 
L'ultima lezione di Caprotti
Forse sarà l'ultima lezione di business del "nonnetto", che con l'apertura a Roma consegnerà per sempre alla storia quella che nel 1957 era solo un' idea (oggi si direbbe start-up) ad una delle più grandi imprese Italiane private. 
Si, appunto, PRIVATE. Perché escludendo le aziende pubbliche Italiane, si fa fatica a trovarne qualcuna così efficiente privata.
 
Peccato non sia riuscito ad aprire i negozi anche all'estero, per dimostrare al mondo come gli Italiani sanno fare impresa, ma si sa, questo è e sarà sempre il limite di noi Italiani che, all'idea di valicare le Alpi, ci terrorizziamo.
 
Bernardo Caprotti di esselunga sta alla coop come Matteo Renzi sta al pd.
[cit. Alexandre Cuissardes]
 
 Duccio 
 
leggi anche
 
loading...

✉ Iscriviti alla newsletter


☝ Privacy policy    ✍ Lavora con noi