Benjamin Lloyd, il tatuatore dal cuore d'oro

Chi l’ha detto che i tatuaggi sono roba da duri?

Benjamin-LLoydIl tatuatore, questa figura mitologica, viene spesso guardato con diffidenza. Lo stereotipo vuole un mezzo criminale che incide gente poco raccomandabile in bettole da quattro soldi. Non esiste un’etichetta per Benjamin Lloyd, body artist dal cuore tenero che ha realizzato una serie di tatuaggi all’ospedale Starship di Auckland, semplicemente per regalare un po’ di gioia ai bambini malati.
 
 
Il giovane neozelandese qualche giorno fa aveva scritto un post su Facebook in  cui affermava che avrebbe messo in atto l’iniziativa se avesse ricevuto 50 mi piace. Risultato? I like sono diventato più di 400mila. 
 
 
Benjamin-LLoydCosì, armato di stencil e matita ectografica ha cominciato a creare opere d’arte sulla pelle di tanti bambini malati. Sebbene abbia iniziato da poco a tatuare i più piccoli, il talento di Lloyd è indiscusso; i tatuaggi sono temporanei e andranno via fra qualche mese. 
 
Benjamin-LLoyd
 
Perché affrontare la malattia è per gente tosta. 

di IRENE CALTABIANO

 

 
 
 

google playSeguici anche su Google Edicola »

 

loading...

✉ Iscriviti alla newsletter


☝ Privacy policy    ✍ Lavora con noi