Automattic, l'azienda dei sogni è completamente virtuale

Lavorare comodamente sdraiati nel giardino di casa o in spiaggia? 

Un ufficio libero da confini spaziali, con dipendenti ai quattro angoli della terra? Si chiama Automattic ed è l’azienda  da un miliardo di dollari fondata da Matt Mullenweg, creatore di  Wordpress e paladino dell’informazione libera. La piattaforma per la produzione di contenuti raccoglie ormai il 75% dei siti a livello mondiale, meccanismo che rende la rete talmente democratica da far sì che il quindicenne che apre un blog usi lo stesso software del New Yorker. 

 
La società ormai fornisce contenuti a 15,8 bilioni di pagine al mese, ma nei suoi annunci di lavoro non troverete mai la voce “ preferibilmente residente a”. La forza dell’azienda è avere 400 dipendenti che abitano in 43 Paesi diversi. « Assumiamo le persone a prescindere da dove si trovano» dice Mullenweg «così possiamo attrarre e tenere con noi i migliori talenti senza obbligarli a stare a New York o San Francisco». 
 
I benefici del telelavoro
Una struttura del genere funziona? A quanto pare sì, e anche molto bene. In Automattic vige la politica dell’open vacation. Niente piano ferie, ciascuno può gestire autonomamente il tempo da dedicare a famiglia, amici, hobbies e sport. L’azienda, dal canto suo fornisce software e hardware necessari per lavorare, assicurazione sui viaggi, libero permesso di paternità e maternità, contributi, buoni per l’infanzia e molti sconti. Inoltre, ogni cinque anni, tre mesi di ferie pagate.
 
I dipendenti vanno “fisicamente” a lavorare solo una volta l’anno, per un brainstorming di sette giorni in cui vengono scelte le strategie aziendali per l'anno successivo. Le location? San Francisco, California, La Paz, Oracle, Las Vegas, San Diego, Santa Cruz. Qualcuno potrebbe pensare che la lontananza non aiuti a creare rapporti interpersonali o non favorisca identità e affezione al luogo di lavoro. Sara Rosso, dipendente dell’Automattic, è di tutt' altro avviso: « Dal momento che non ci vediamo spesso, viviamo intensamente il tempo che passiamo assieme. Ed è utile perché ci confrontiamo con persone che fanno parti di altri team, favorendo la crescita dell’intera azienda».
 
Zero mail, solo chat
Ulteriore curiosità? Automattic non comunica tramite posta elettronica, ma utilizza  Slack, un particolare tipo di blog Wordpress dove i post sono in realtà conversazioni che avvengono in tempo reale. «Avete mai sentito nel mondo del lavoro qualcuno che ama le email, che ne vorrebbe più di quante ne ha già?» commenta sarcastico Mullenweg. 
Le discussioni possono riguardare sia l'intera azienda che semplicemente alcuni membri del team. Le comunicazioni tra dipendenti sono così perfettamente tracciabili. Inoltre il sito dell’azienda viene aggiornato settimanalmente con il numero di messaggi scambiati durante la settimana. Altro vantaggio? Dal momento che i lavoratori sono sparsi in tutto il globo la copertura oraria è pressochè totale. 
 
Qualità fondamentale? Saper scrivere
In un mondo in cui l’ars scribendi è sempre più spesso bistrattata, per Automattic rappresenta invece requisito fondamentale per l'assunzione. «È tra le cose che guardiamo di più quando vogliamo assoldare qualcuno», dice Matt. «Per me scrivere in maniera chiara significa pensare in maniera chiara, indipendentemente dal background di ciascuno o dal proprio ruolo, che sia un programmatore o un designer. Se il messaggio è comprensibile a tutti allora la comunicazione risulterà efficiente. È l’unico modo per poter lavorare bene in un’azienda anche a parecchi fusi orari di distanza».
 
 
Leggi anche:
 
Iscriviti al canale YouTube >>>
 

✉ Iscriviti alla newsletter


☝ Privacy policy    ✍ Lavora con noi