Affrontare il cambio di stagione con 8 importanti alimenti

La primavera è in arrivo. 

stanchezza1E con lei la sindrome da cambio di stagione  anche nota come stanchezza primaverile. Il periodo è caratterizzato spesso da sensazioni di sonnolenza, debolezza, che dura per molti giorni, ci impigrisce, rallentando talvolta in maniera considerevole le nostre giornate e, di conseguenza, i nostri impegni quotidiani.

Anche lo stato d’animo si adatta a tali sensazioni. Malumore, ansia, agitazione e spossatezza sono i sintomi prevalenti.

L’alimentazione, però, può dare una mano. Scegliendo i giusti cibi possiamo ritrovare l’energia persa e la concentrazione. Vediamo insieme quali.

primaveraFrutta e verdura di stagione: la stagionalità dei prodotti vegetali si coniuga benissimo con l’alternarsi dei mesi. Ogni frutto o ortaggio che sia, è presente in quel determinato periodo dell’anno, proprio perché è in grado di fornirci ciò di cui, in quel preciso momento, abbiamo bisogno.

Leggi anche: Perchè scegliere frutta e verdura di stagione

E allora possiamo considerare per la frutta: arance, fragole, kiwi, limoni, mele, nespole, pere, pompelmi. Per quanto riguarda la verdura invece: asparagi, bietole da coste, carciofi, carote, cavolfiori, cavoli, cicoria, finocchi, insalata, radicchio, ravanelli, sedano, spinaci.

Le uova: presentano proteine, vitamine, fosforo, e ferro, essenziali per eliminare la sensazione di stanchezza. Sono ricchissime in vitamina D, vitamina E, zinco e Omega 3.

La frutta secca: noci, mandorle, nocciole, pistacchi, sono un vero toccasana. Alimenti gustosi e salutari, sono ricchi in magnesio, un minerale importante per affrontare la stanchezza fisica e mentale.

Olio extra vergine di oliva: fonte di acidi grassi salutari, quelli definiti “buoni” è responsabile del benessere generale del nostro corpo. Meglio se usate “a crudo”.

A dieta ma con la pasta: ottima fonte di energia e, grazie alla presenza di triptofano dona un senso di serenità che ci aiuta anche a dormire meglio.

pesce azzurroPesce azzurro: molto ricco di Omega 3, ovvero gli acidi grassi essenziali preziosi per il funzionamento del nostro cervello.

Leggi anche: Cibi animali ricchi in Omega 3: quali scegliere e perchè

Cioccolato: è una ottima fonte di triptofano, cibo antidepressivo per eccellenza ma sempre da consumare con moderazione.

Avena: ricca di fibre, di carboidrati e proteine. Contiene zinco, un minerale molto utile per contrastare la fatica e la perdita di energia.

Il mio consiglio?

Oltre all’elenco sopracitato, altri due fattori sono molto importanti e quindi da non trascurare.

Il primo è bere molta acqua, elemento prezioso e utile al nostro corpo in ogni momento della giornata, anche quando non proviamo il senso della sete. Il secondo è quello di approfittare delle giornate che verranno, via via sempre più lunghe e soleggiate, per uscire e passare un po’ di tempo all’aria aperta.

E ricordate...la salute viaggia dal web alla vostra tavola!

 

 

di Marina Putzolu

 

 


 

 

 

google playSeguici anche su Google Edicola »

 

✉ Iscriviti alla newsletter


☝ Privacy policy    ✍ Lavora con noi

Contattaci