A Londra senza lavoro? Fai l'angelo!

Nella mia vita ho fatto tantissimi lavori assurdi.

darinka-angelDurante i viaggi mi sono sempre adattata alle situazioni che incontravo lungo il percorso, con la curiosità di sperimentarmi e vedere come avrei reagito. Ho fatto la volontaria in Malesia e in Tailandia dopo lo tsunami, insegnato alle scuole elementari in Laos, (dove poi ho aperto un ristorante), ho fatto la barista in bikini nelle miniere australiane, l’imbianchina in Irlanda, lavorato illegalmente con colleghi esclusivamente filippini nelle peggiori bettole di Hong Kong e infine la receptionist in un comedy club di New York. Eppure, tra tutti questi lavori, il più incredibile rimane l’angelo.

Un lavoro che esiste davvero?

Mi trovavo a Londra, ero appena rientrata da parecchi anni vissuti nella parte orientale del mondo...ed ero più squattrinata che mai. Mi misi alla ricerca di qualcosa che mi facesse guadagnare bene, velocemente, e senza compiere nulla di illegale. Lessi un trafiletto di giornale in cui cercavano “angeli”, ovvero massaggiatrici da mandare nei casinò per fare rilassare, con le loro magiche manine, gli stressatissimi giocatori di poker. Esperienza richiesta? Nulla. Più che fiduciosa, ero ormai incuriosita da tale originale proposta e telefonai immediatamente. Due giorni dopo ci sarebbe stato il primo colloquio; se superato, mi avrebbero mandato gratuitamente a fare un breve corso di massaggi e, una volta promossa, avrei potuto finalmente lavorare.

 Un casting più che un colloquio

ibiza-angelLe più carine e disinvolte furono prese, le altre no, l’esperienza non contava un accidente. Poco dopo ricevetti una telefonata che confermava la mia ammissione al corso di massaggi. All’inizio ammetto di aver pensato che fosse tutta una bufala,invece era vero!  Il corso durò due giorni e ci insegnarono effettivamente come fare un massaggio di sette minuti dalle scapole in su.

 Guadagni?

 Iniziai a lavorare immediatamente, considerata la mia pressante necessità economica. Da lì a poco scoprii che fare i massaggi era una cosa che adoravo e mi resi conto di avere una passione anche per il poker. Amavo aggirarmi per i casinò e osservare i tic dei giocatori, ascoltare le storie incredibili dei croupier e respirare l’atmosfera pre-apocalittica che si avverte tra quelle mura. Ciò che non mi piacque invece fu la combinazione delle due attività.


darinka-angel-2

Rilassare giocatori nervosi colpisce la massaggiatrice stessa che si ritrova ad assorbire la carica negativa portata via ai suoiclienti in cambio delle tasche piene. Il prezzo di un massaggio è di una sterlina al minuto e effettivamente riuscivo ad accumulare in media sulle 300 sterline al giorno ( 350 euro). Tuttavia eravamo considerate  freelance e, per lavorare, dovevamo pagare quotidianamente l’agenzia Ibiza Angels circa un terzo del guadagno. La situazione creava estremo sconforto tra le massaggiatrici, sapendo di dover dare sempre il 100% per fare in modo che tutta quella tensione fosse ben retribuita.

Interessate?

 Ibiza Angels ha angeli che lavorano anche in centri commerciali, festival ed alcuni dei migliori club di Ibiza e Londra. Un buon metodo per mantenersi potendo scegliere i turni online di settimana in settimana. Se siete interessate ( e dico interessatE, di proposito dato che la compagnia assume solo donne)  questo è il loro sito: https://www.ibizaangels.com/).

darinka montico facebook

Darinka Montico
Blogger, traveller e autrice di libri 

Ecco i suoi libri
Walkaboutitalia: l'Italia a piedi, senza soldi, raccogliendo sogni»

Mondonauta»

mondonauta L'Italia a piedi senza soldi

 

 
 
 
loading...

✉ Iscriviti alla newsletter


☝ Privacy policy    ✍ Lavora con noi