Youtubers kill the radio stars

 

Video kill the radio star. Potrebbe essere questo il motto perfetto per gli youtuber, esseri mitologici eretti a icone del nostro tempo. 

Se Andy Warhol avesse assisitito alla diffusione inarrestabile di Youtube avrebbe probabilmente rivisto la sua teoria sui quindici minuti di celebrità. 

Nata come passione per i videomaker più sfegatati, sembra che quella dello youtuber sia diventata una vera e propria professione. I novelli Favij possono quindi, con un po’ di impegno, superare gli stipendi dei lavori più comuni.
 
Cosa fa di preciso uno youtuber?

Semplice, posta video, li condivide … e aspetta che diventino virali. Detto così sembra facile, ma il processo non è così immediato. Ci sono infatti tanti piccoli accorgimenti da prendere per emergere dal calderone della rete.
Innanzitutto non è che chiunque carica un video sul fantomatico Tubo possa essere considerato uno youtuber. Il mezzo è il messaggio diceva Marshall McLuhan, dunque c'è bisogno di analizzare  i social media e conoscere gli strumenti a disposizione, calcolandone attrattive e rischi. Magari studiando in precedenza quali argomenti possano avere maggior presa sul popolo del web. 
 È inoltre necessario conoscere “gli attrezzi del mestiere”. I video non si girano e basta, vanno anche montati. Sarebbe dunque meglio avere delle basi di regia e una minima conoscenza di programmi come Avid, Premiere o Final Cut.
Non si deve dimenticare che essere uno youtuber è come lavorare da libero professionista. Evitare dunque di adagiarsi sugli allori postando un video ogni due mesi, sennò il pubblico digitale fa presto a relegarti nel girone delle meteore.

 
Come guadagnano gli youtuber?
La domanda che tutti si fanno. Una volta caricati i video e ottenute le prime visualizzazioni, il guadagno deriva dalle 

partnership, ovvero le collaborazioni con diversi marchi. Questi ultimi, inserendo le loro pubblicità all'interno dei video e ottenendo visualizzazioni a loro volta, permetteranno allo youtuber di trarne un profitto. L'inserimento delle pubblicità è gestito da yotube stesso, che in questo caso funge da intermediario fra i partner commerciali e gli youtuber. Il processo per la richiesta di monetizzazione è piuttosto macchinoso, ma la prima cosa da fare è cliccare sulla pagina youtube features alla voce Richiedi, compilando il modulo che si apre automaticamente. Dopo tre mesi circa, se si è fortunati, si otterrà una risposta di approvazione da parte del sito.

È stato stimato che ogni mille visualizzazioni su un video con pubblicità, si incassano circa sette euro lordi. Facendo un 
rapido calcolo, per ottenere uno stipendio minimo di 700 euro, uno youtuber deve dunque realizzare circa centomila visite dalla data dell'ultimo pagamento.
Quindi, se è così, giro un video col mio cellulare e divento ricco? Non proprio. Per guadagnare occorre rispettare le regole del portale: postare rigorosamente contenuti originali con una certa frequenza (più o meno un video a settimana), non inserire nelle proprie produzioni musiche o frammenti di video coperti da copyright, non copiare video da altri canali né inserire contenuti violenti o sessualmente espliciti. 
 
Storie di successo
Come in tutti gli ambiti, prendiamo esempio da chi ce l'ha fatta, cioè  personaggi che, nel bene o  nel male, hanno trasformato una semplice passione in un lavoro a tutti gli effetti.
Si potrebbe fare una classifica infinita di questi maghi del digitale, ma vediamo quali sono gli youtuber nostrani che si aggiudicano il podio:
 
3-Frank Matano,(1.010.288 iscritti): il nostro Francesco Matano, padre campano e madre americana, ha cominciato con scherzi telefonici di dubbio gusto che hanno però riscosso grande successo sul web. Ha poi continuato con esperimenti sociali che l'hanno fatto approdare al mondo televisivo, in primis come Iena, fino a diventare uno dei giudici di Italia's got talent. L'abbiamo anche visto al cinema, sia nei film con Paolo Ruffini, sia nell'ultimo Ma che bella sorpresa, dove è co-protagonista insieme a Claudio Bisio.
 
2-FavijTV (1.550.271 iscritti): al secolo Lorenzo Ostuni, è diventato uno degli youtuber più famosi e seguiti d'Italia nel giro di un anno e mezzo. I suoi video trattano di videogiochi molto conosciuti, sui quali interviene con strategie inconsuete, quasi dando un taglio narrativo. Segni particolari: ha solo 19 anni.
 
1-CutiePieMarzia, (4.971.857 iscritti): Numeri spaventosi per Marzia Bisognin, vicentina trapiantata a Londra. La sua forza sta nel rivolgersi a un pubblico internazionale: i suoi video sono infatti in inglese e trattano un po’ della qualsiasi, dal make up ai consigli sui viaggi, fino alla descrizione della sua giornata. Particolare non secondario: il suo ragazzo è PewDiePie, lo youtuber con più iscritti al mondo ( 34.608.555).
 
Visti i numeri, tentar non nuoce. Con un po’ di fantasia, potreste diventare voi le prossime star del web.
 
 
 
Alcuni youtubers sono talmente famosi...da meritare un' imitazione! Guarda il video:
 

 
Se ti è piaciuto l'articolo leggi anche:
 
 
 
 
 

✉ Iscriviti alla newsletter


☝ Privacy policy    ✍ Lavora con noi