Wind farm, la fattoria dei liberali

 Spesso ci si chiede se sia davvero possibile un mondo alimentato da energia pulita.  
Forse il Pianeta non è ancora pronto, ma piccole comunità stanno facendo grandi passi avanti. La wind farm di Hepburn, Australia, è la prima cooperativa eolica autogestita.  I 1959 membri che la compongono ricavano energia da due enormi pale eoliche, che generano 10mila kilowatt l’ora. L’elettricità prodotta alimenta 2300 case; quella in eccesso viene venduta. 
 
La comunità ha già vinto diversi premi: il World Wind energy a Bonn, il Climate Alliance Innovator Award 2010, il Banskia Environment Award 2011 e l’Ethical Investor Australian Sustainability Award 2011. Tuttavia non è stato facile estendersi sul territorio. Gli altri abitanti dell’area  erano contrari al progetto a causa di impatto sul paesaggio e inquinamento acustico delle pale.  Ciononostante, gli stessi membri della cooperativa hanno contribuito per un totale di 9,7 milioni di dollari;  due milioni circa sono arrivati dal governo e altri tre in forma in prestito dalla Bendigo Bank.
 
La struttura è democratica: ognuno ha diritto di voto riguardo alle iniziative, a prescindere dalle quote partecipative. Grazie all’esempio di Hepburn, oggi le comunità eoliche sono diventate  quaranta. 
 
 
Ecco come la comunità di Hepburn ha costruito la wind farm...Guarda il video
 

Leggi anche:
 
Iscriviti al canale YouTube >>