Voglio una vita migliore per me e la mia famiglia, ma dove?

Le 10 destinazioni ideali per chi deve trasferirsi per lavoro

Stanchi di lottare per una vita e un lavoro migliore?
Vi sentite insoddisfatti del paese in cui vivete e sapete che trasferirvi altrove potrebbe essere più gratificante professionalmente e migliorerebbe la vostra vita privata e quella della vostra famiglia. Vediamo allora quali sono le mete che dovete scegliere per ottenere ciò che desiderate .
 
Secondo un articolo di Business people decisamente la prima è Singapore. Combinazione perfetta tra opportunità di carriera, stipendi e qualità della vita, Singapore offre mediamente stipendi di oltre 200mila dollari l’anno,  la  possibilità di crescita professionale e una qualità della vita migliore anche per i propri figli. Non solo! si stima un ulteriore crescita economica della città.
 
Alessandro che è un italiano che fa il consulente a Singapore e ci racconta il suo punto di vista: “La cosa che mi ha colpito di più è come questa nazione sia riuscita, in meno di cinquant’anni, a diventare una delle nazioni più moderne e ricche del mondo, con un PIL pro capite superiore a quello di molti Paesi europei, inclusa l’Italia. 
Mi colpisce il modo in cui tre comunità etniche distinte – cinese, malese ed indiana – e noi expat, vivano insieme senza problemi. Mi colpisce la pulizia e l’organizzazione della città e dei servizi, dovuta ad ottima programmazione, efficienza delle procedure e gestione di un “ecosistema”, in cui i privati hanno incentivi economici nel seguire i piani del pubblico. 
 
Ad esempio, ogni volta che sono in aeroporto mi vien da pensare: "in fondo non ci vuole molto a progettare un aeroporto in maniera funzionale, non c’è motivo per cui ogni aeroporto in Italia non possa essere così!”.
 
Seguono al secondo e terzo posto la Nuova Zelanda e la Svezia, quest’ultima risulta essere la meta preferita per chi si sposta con la famiglia.
I restanti paesi che completano la classifica sono Bahrain, Germania, Canada, Australia, Taiwan, Emirati Arabi Uniti e Svizzera.
Ma trasferirsi all’estero significa ricominciare da capo e affrontare ostacoli diversi da quelli che abbiamo nel nostro paese tra i quali, l’apprendimento della nuova lingua. Tutto questo non è affatto semplice. 
 
E allora a chi è diretta questa classifica?
Certamente a chi vuole migliorare la propria qualità della vita e la propria carriera, ma soprattutto a chi è pronto ad accettare nuove sfide imparando nuove competenze e una cultura diversa,  e sappiate che quello che riceverete in cambio è tantissimo! A cominciare dai benefit che questi paesi offrono. 
 
Quali sono?
Tanto per cominciare spesano le assicurazioni mediche, gli alloggi e persino i viaggi per rientrare in patria.
Allora preparate le valigie si decolla!
 
 
leggi anche