Ti conosco mascherina?

Carnevale vecchio e pazzo... 
É in arrivo la più colorata delle feste, gioia dei più piccoli e..stress per i grandi! I bambini fanno a gara a chi si accaparra il costume dell’ idolo del momento, costringendo i poveri genitori a trovare l'agognato oggetto del desiderio ai quattro angoli della città. Tuttavia, chi ci vieta di riciclare stracci e vecchi scampoli che fanno la muffa da mesi in sgabuzzini e armadi?  Perciò  armatevi di entusiasmo e fantasia e personalizzate i costumi dei bimbi...e perchè no, anche i vostri!
Bottiglie di plastica, cartoni del latte e sacchetti della spazzatura non sono solo scomodi rifiuti, ma il punto di partenza  per il vostro Carnevale green. Ecco a voi alcune idee semplici e carine con cui stupire i vostri amici.
 
Piovra
 
Molto semplice da realizzare. Bastano otto calzini, una cuffia , bottoni , cintura con grossi buchi e ritagli di altra stoffa bianca o nera. Cucite i bottoni, (preferibilmente grandi e tondi) lungo un lato del calzino come fossero ventose, riempiteli  con  scampoli e attaccateli alla cintura, così da realizzare i tentacoli. Ritagliate poi due pezzi tondi di stoffa bianca e nera e cuciteli sul cappellino per realizzare gli occhi. E il vostro piccolo sarà un’adorabile baby polipo. 
 
Mini-i-pod
 
Avete dei bimbi super tecnologici? Allora potranno diventare simpaticissimi i-pod. È sufficiente uno 

scatolone, vernice rossa, carta e un pennarello grigio. Avvolgete quindi il vostro  pargolo con il cartone, dopo aver pitturato lo scatolo di un rosso sgargiante. Successivamente disegnate logo e tasti dell’I-pod su carta e attaccatelo con colla vinilica alla vostra base. 

 
Mummia
 
Vecchie strisce di stoffa, garza, o pezzi di vecchie t-shirt è tutto ciò che vi serve. Avvolgete  il corpo con gli scampoli e di tanto in tanto cucite la stoffa agi indumenti, ripetendo più volte l’operazione. È meglio coprire occhi naso e bocca  con carta igienica ( ovviamente eco)  per evitare di soffocare. Un po’ di trucco cianotico, ombretto scuro, camminata zoppicante e il museo egizio vi farà un baffo. 
 
Fantasma
 
Troppo abusato? Ebbene , il simpatico ectoplasma è il salvagente per le feste dell’ultimo minuto. Un lenzuolo bianco con due buchi all’altezza degli occhi e una palla di carta attaccata al piede e siete pronti per il party.
 
Cespuglio
 
Il vostro balcone pullula di foglie secche e rametti portati dal vento? Allora i vostri bimbi potranno diventare dei perfetti cespugli. Ciò che serve è un abito marrone o verde scuro a cui applicare il materiale raccolto e il pargolo potrà mimetizzarsi  tranquillamente con il sottobosco. Per un tocco ancora più originale ci si può sbizzarrire con applicazioni di fiori o scoiattoli e uccellini, costruiti con lana o cartone. 
 
Lumaca
 
Anche per quest’originale costume ciò che serve è della semplice carta da pacchi. Basta arrotolare i fogli a spirale, a formare un guscio a chiocciola. Successivamente, con la colla a caldo, si attaccano bretelle per mettere il guscio sulle spalle. Anche le antenne sono semplicissime da realizzare.É sufficiente arrotolare la stessa carta attorno del fil di ferro e attaccare le antenne a un cerchietto. Potete completare l’opera ponendo sulla sommità delle cornina due palline di polistirolo. 
 
Arlecchino
 
La maschera più famosa del Carnevale italiano è il simbolo del riciclo creativo. Facile da realizzare, soprattutto se si hanno molti vecchi tessuti o vestiti da gettare via. Basterà indossare una calzamaglia bianca su cui cucire tanti rombi di stoffa ricavata da indumenti consumati, tovaglie o altro. In alternativa si potranno dipingere tombi colorati direttamente sulla stoffa. Una mascherina e un paio di mocassini neri e il costume sarà perfetto!
 
Questi sono solo alcuni spunti, ma se scatenate la fantasia si possono realizzare davvero tantissimi costumi. Adesso tocca a voi!
 
Leggi anche:

 

Iscriviti al canale YouTube >>>