Sei troppo buono? Potresti soffrire di un disturbo della personalità

E’ solo un tentativo di mostrarsi disponibili per guadagnarsi l’approvazione altrui

Essere altruisti non è una cosa sempre positiva, e questo si sa, ma se arriviamo al punto tale da rinunciare ai nostri diritti diventa addirittura una patologia ed un “disturbo dipendente della personalità”.

E' tipica di chi vive un continuo senso di abbandono, riconducibile a situazioni vissute nell' infanzia, e che cerca di propiziarsi gli altri affinché non lo abbandonino. All' origine di questa ansia d' abbandono possono esserci esperienze familiari, come la nascita di un fratello che ha spostato l' attenzione dei genitori verso l' ultimo arrivato, oppure potrebbe esserci una figura materna "assente" o poco coinvolgente.

Non sono felici

La persona troppo gentile e premurosa non è infatti una persona appagata, soddisfatta o felice per la "generosità" che ha verso gli altri. Al contrario, vive questo modo di essere come un fonte di malessere, d' insicurezza, come una sorgente di sofferenza interiore, poiché si rende conto che le sue modalità di vita non sono sovrapponibili a quelle adottate dall' intera collettività. Essere troppo gentili, insomma, non ci rende felici.

Questo disturbo, secondo quanto è stato descritto nel Diagnostic and statistical manual of mental disorders uno dei manuali diagnostici più usati dagli psicologi e psichiatri di tutto il mondo ed è caratterizzato dalla presenza di 5 elementi:

1. difficoltà a prendere decisioni senza ricevere consigli;
2. bisogno che gli altri si assumano responsabilità per la maggior parte dei settori della propria vita;
3. difficoltà a esprimere disaccordo verso gli altri;
4. difficoltà a fare cose autonomamente per mancanza di fiducia in sé;
5. tendenza a fare qualsiasi cosa, anche spiacevole, pur di ottenere supporto dagli altri;
6. disagio nello stare soli; tendenza a rimpiazzare subito una relazione stretta con un'altra;
7. preoccupazione esagerata di essere lasciati a se stessi.

In conclusione

Essere troppo disponibili verso gli altri costituisce un tratto "innaturale" della nostra personalità che dovrebbe tendere a relazioni di equilibrio, di parità nei rapporti interpersonali con gli altri.

Simona

Puoi leggere anche

Guarda i nostri video su Youtube
 
 

✉ Iscriviti alla newsletter


☝ Privacy policy    ✍ Lavora con noi