Sei stressato? Allora vai a Napoli 2 giorni e "te pass"

Destinazione benessere: vai a Spaccanapoli”

serendipitySe siete desiderosi di partire e respirare un’aria natalizia autentica, un soggiorno divertente che vi rilassi completamente? Allora la cura si chiama: 48ore a Napoli.
 
Ricordate  la famosa frase di “Natale in casa Cupiello” di Eduardo De Filippo: “Lucariè te piace o’ presepe?” 
Ebbene questa frase esprime l’importanza del presepe a Napoli che ogni anno si arricchisce di nuovi personaggi e nuove scene di vita. 
 
Ecco perché ogni napoletano un po’ prima di Natale si reca, appunto, a San Gregorio Armeno (di solito prima dell’8 dicembre) per acquistare qualcosa da aggiungere sul proprio presepe e chiedere a tutti coloro che lo vedranno se “gli piace o’ presepe”.
 
 

Lo shopping natalizio è curativo per la psiche

La scelta è vasta e va dai classici personaggi e cioè la Santa famiglia, magi, pastori e figuranti dei mestieri alle caricature dei personaggi famosi del passato e del presente. Ed essere rappresentati in un presepe napoletano è un onore ed è molto ambito da molti personaggi della politica, dello spettacolo e dello sport. 
 

Siete depressi per la crisi?

caca_soldiAllora bisogna comprare il "caca soldi"!
Non mancano i classici cornetti rossi portafortuna perché a Napoli, ricordate, è tutta una questione di “ciorta”.   
A differenza degli altri mercatini che vengono allestiti solo in occasione del Natale quello di San Gregorio Armeno sorge nel cuore della città ed è permanente, ciò a voler significare che la città ha dedicato una parte di essa ai presepi con botteghe aperte tutto l’anno.
 

2015 Bologna Roma Image Banner 300 x 250

Farsi contagiare e la vera cura
Passeggiare per questa via vuol dire anche entrare a contatto con il  “Neapolitan Style” fatto di persone un po’ caotiche ma anche divertenti e chiacchierone, ma soprattutto, e visto che ci siete, mangiate nei dintorni un’ottima pizza a prezzi convenientissimi.
 
Insomma c’è tutto ciò che serve per un soggiorno divertente ed originale. Allora buon viaggio!
 
 
approfondisci anche su
  • 10 modi di affrontare la crisi a Napoli
  • L’inferno fuori la finestra
  •  

     
     
     

    google playSeguici anche su Google Edicola »

 

✉ Iscriviti alla newsletter


☝ Privacy policy    ✍ Lavora con noi