Scooterino, l'arma vincente contro "er traffico de Roma"

Gli ingorghi romani vi mettono a dura prova? 
Per sopravvivere a lunghe code sul G.R.A e al via vai di strade della Capitale ci vuole il re del risparmio di tempo: lo scooter. Oltre a taxi e car sharing,  da oggi potremo usufruire dell’app che “si muove su due ruote”. Scooterino,  creata da Oliver Page e Francesco Rellini, consente di trovare  passaggi per andare ovunque tu voglia, cinema, palestra, lavoro.
 
La piattaforma è disponibile sia come passeggero che come scooterista e è già scaricabile  su Android. Apple invece la includerà nel suo store fra alcune settimane. Se si ha fretta di  chiedere uno strappo, momentaneamente si può scrivere al team creativo e  chiedere il link alla versione provvisoria di IOS.
 
« Nella vita come in strada è più bello viaggiare insieme a qualcuno » affermano i creatori. « Per questo abbiamo unito le forze per dare vita alla più grande community di ridesharing  su scooter in Italia». Ma chi sono i giovani genietti che hanno creato l’innovativa start-up? Oliver ha lavorato come consulente per Unilever,  frequentato la Draper University of Heroes, lavorato in Silicon Valley. Ha poi deciso di tornare in Italia nel 2014 per  dar vita all’app che ha ottenuto un investimento di 50.000 euro dall'Agenzia Spaziale Europea. Francesco è invece laureato in Economia e è alla sua prima esperienza nel mondo delle app.
 
Scooterino è una specie di Bla Bla car delle due ruote, disponibile per tragitti brevi e  urbani. Come funziona? Passeggeri e scooteristi devono lasciare un feedback reciproco, possibile grazie a codici identificativi di ciascun utente. Una volta fatta la registrazione, sul display del cellulare comparirà posizione del passeggero insieme a scooter in circolazione in quel preciso momento. A questo punto, inserendo l’indirizzo di partenza e quello di destinazione, sarà visibile  l’elenco di scooteristi disponibili a offrire un passaggio. L ’app visualizza per ognuno di loro nome, tipo di mezzo, giudizi espressi da altri passeggeri e tempo necessario a raggiungere la posizione richiesta. Infine  non resta che effettuare la richiesta e aspettare.  Se lo scooterista accetta, fornirà un casco e una cuffia igienica usa e getta per indossarlo. Una volta a destinazione il passeggero rimborserà, tramite l’app, con carta di credito il guidatore .
 
Un’idea semplice ma che ha già riscontrato parecchio successo. Pronti a affrontare il traffico di Roma? Possessori di moto e motorini fatevi avanti.
 
Irene
 
Leggi anche:
 
Iscriviti al canale youtube >>>
 

✉ Iscriviti alla newsletter


☝ Privacy policy    ✍ Lavora con noi