Rc Auto: non siamo più gli spreconi degli anni '90

Fino a una decina d’anni fa si stipulava l’assicurazione della propria auto con un po’ di inconsapevolezza: si andava nella filiale della compagnia di fiducia, quella dove andavano i nostri genitori, ci si affidava al consulente “amico” di famiglia e si stipulava la polizza.

I più arditi, recandosi in una filiale (sempre vicino casa) di una compagnia concorrente, provavano a comparare più preventivi per provare ad ottenere condizioni migliori, ma in questa ricerca non ci si spendeva poi troppo tempo.

I tempi dell’abbondanza old economy sono scivolati via e la crisi, con la disoccupazione, ha dato una pesante mazzata sul groppone di tutti. Poter limare le spese anche di 50 euro l’anno costituisce già un risparmio non indifferente: chi è che ormai non si affida ai comparatori online per trovare il preventivo migliore?

Siccome la stipula della RC auto è obbligatoria ed è una tassa alla quale non si scampa, sta un po’ anche a noi cercare di informarci il più possibile per trovare la formula più aderente alle nostre esigenze.

Tra garanzie, clausole speciali, bonus e quant’altro, chi non mastica “burocratese” può trovarsi in difficoltà nella scelta.

Noi abbiamo trovato molto utile la lettura della guida sulle assicurazioni redatta da Forum Ania – Consumatori, per questo vi diamo la possibilità di scaricarla gratuitamente

Clicca qui

  Rc auto, in Romania ti assicuri con 60 euro

✉ Iscriviti alla newsletter


☝ Privacy policy    ✍ Lavora con noi