Parchi acquatici, le prigioni del divertimento

Se ti facessero vivere in una stanza piccolissima, senza permetterti di uscire. 

Se ti dessero da mangiare plastica. Se ti rendessero ridicolo di fronte a migliaia di persone. Parliamo per ipotesi, ma i delfini, gli stessi che  negli acquafan ci intrattengono con spettacoli e acrobazie, subiscono questo trattamento quotidianamente.  La punta dell'iceberg sono animali che sguazzano felici, ben contenti di saltare dentro un cerchio o di nuotare con noi. Una volta chiuso il sipario però si torna in prigione. 

Gli intelligenti cetacei sono costretti a vivere in cattività, così la loro aspettativa di vita  si dimezza rispetto agli esemplari liberi.  In natura sono abituati ai grandi spazi aperti; in parchi acquatici e centri turistici vivono in piscine troppo piccole, infastiditi dal cloro che nuoce alla loro salute. Nutriti con pesce surgelato, sono soggetti a carenze alimentari. Quando non vivono nei delfinari invece, li relegano ad angoli di mare con alto tasso di inquinamento e rifiuti. Ingerire plastica, nel migliore dei casi, comporta problemi gastrointestinali; più spesso porta al soffocamento e alla morte. 
 
Ex addestratori hanno denunciato la preoccupante situazione. Nella maggior parte delle strutture infatti mancano veterinari per accudire  i delfini in caso di bisogno. Inoltre ai malcapitati vengono somministrati farmaci e integratori, poichè il cibo è privo dei principi nutritivi base. Sono “solo” animali, penserà qualcuno. Ebbene, alcune madri sopprimono i propri cuccioli per evitare di far vivere le sofferenze della vita in cattività. 
 
I Caraibi, dove i delfinari sono molto diffusi, stanno iniziando a fissare regolamenti per affrontare il problema degli animali in cattività ma le normative esistenti pare vengano applicate raramente, dato che mancano i controlli.
 
Tanta crudeltà per cosa? Un divertimento passeggero. Lasciate liberi i re del mare. 
 
Irene
 
Leggi anche:
 
Iscriviti al canale YouTube >>>
 

✉ Iscriviti alla newsletter


☝ Privacy policy    ✍ Lavora con noi