Lo Svelto contro i parassiti delle nostre piante

Le cocciniglie e i moscerini bianchi sono i principali nemici delle nostre piante sul balcone e terrazzini. 

L0_Svelto_Contro_I_Parassiti

Questi insetti perforano la lamina fogliare o dei fusti giovani e si nutrono della linfa in essi contentuta, ricca di zuccheri. 
 
I parassiti denominati volgarmente come cocciniglia sono molti, alcune decine, di dimensioni varie, dai pochi millimetri, al mezzo centimetro o più. In genere colonizzano in gran numero le parti giovani delle piante, i germogli e le foglie; esistono anche specie che infestano le radici, causando grave danno alle piante
 
Gli esemplari di sesso maschile sono provvisti di ali, mentre le femmine ne sono prive, talvolta dopo aver deposto le uova perdono anche le zampe, divenendo in pratica contenitori di protezione per la nuova generazione. 
 
Le cocciniglie si diffondono sulle conifere, sulle succulente in genere, su molte piante ornamentali, sulla vite e sugli agrumi; si sviluppano al meglio nelle fessure, negli anfratti e nei luoghi della chioma poco esposti alla luce, prediligono le piante che ricevono regolarmente concimi ad alto tenore di azoto, in luoghi con scarsa umidità e con scarsa ventilazione. 
 
Anche questi rincoti spesso vengono spostati sulle piante dalle formiche, che si nutrono di melata, talvolta la presenza di formiche sulle nostre piante può essere un campanello di allarme, che ci svela la presenza di parassiti in zone a noi non visibili.
 

Rimedi per combatterle

Se l'infestazione è di lieve entità è possibile debellare questo parassita asportandolo manualmente, avendo cura di disinfettare i fori lasciati dagli insetti con un batuffolo di cotone imbevuto di alcool. 
 
Se l'infestazione dovesse essere massiccia è bene intervenire prendendo un cucchiaio da minestra, riempirlo di Svelto o simile (proprio quello per lavare i piatti) fino all'orlo e diluirlo in un litro d'acqua. 
Spruzzare con uno spruzzino prima con un forte getto per tirar via gli afidi, in seguito a nebulizzare per bagnare la parte interessata. Far si che vi rimanga un po di schiumetta.
 
L'unica cosa da star attenti è di non somministrare il prodotto quando c'è il sole, ma la mattina presto alle prime luci dell'alba.
La pianta non ne risente affatto ed è stato provato anche sulla mia chicas.
 
Giorgia
Blogger lavapiatti (pentita)
 
 
 

google playSeguici anche su Google Edicola »

✉ Iscriviti alla newsletter


☝ Privacy policy    ✍ Lavora con noi