L'ho fatta grossa!

E se produrre energia fosse facile quanto andare in bagno? 
Pare che gli scienziati della Nayang Technological University di Singapore abbiano inventato il primo WC ecologico. Il dispositivo, oltre a generare energia da rifiuti fisiologici  umani, riduce del 90% lo spreco d’acqua.
 
Si chiama No-Mix Vacuum Toilet e presenta un apposito divisore per separare l’urina dalle feci. Il magico water non ricorre a grandi quantità di acqua per la pulizia della tazza,  ma si avvale di  sistemi di aspirazione. La pompa elimina i nostri bisogni e il consumo idrico si riduce a soli 0, 2 litri contro i sei di un normale WC.
 
 Gli escrementi vengono poi raccolti in un’apposita camera di fermentazione, bioreattore utile alla produzione di gas metano, sfruttabile per generare energia elettrica. I liquidi invece sono indirizzati a una camera di essiccamento dove vengono estratti fosforo, potassio e nitrati. I fertilizzanti ottenuti vengono sfruttati per uso agricolo e domestico.
 
«L’obiettivo non è solo preservare acqua ma anche ottenere recupero di risorse, scarse qui a Singapore » afferma Wang Jing-Yuan, direttore del progetto. « Con la separazione on-site di rifiuti umani diminuisce il costo di recupero di tali sostanze». Esistono  dunque  metodi  semplici e economici per produrre energie e carburante dai rifiuti.
 
Difetto del sanitario? Non è particolarmente comodo.  I fruitori dovranno essere decisamente attenti  e allenati durante l’uso, poiché si deve assicurare che scarti liquidi e solidi non si mescolino per sbaglio.  Il WC costituirà dunque  un simpatico intrattenimento da bagno, permettendo di dilettarci nel tiro al bersaglio.
 
 No-Mix Vacuum Toilet non è certo il primo esempio di oggetti che vanno a feci: in Inghilterra esistono autobus e biciclette che sfruttano sistemi del tutto simili a quello descritto. Dopo il pranzo di Natale per esempio, via libera a lunghe pedalate!
 
È proprio il caso di dirlo: in questo mondo di m***a avremo energia garantita per i prossimi secoli!
 
Irene
 
Leggi anche:
 
Iscriviti al canale youtube >>>