La cavernicola Shane

Si torna al Neolitico ragazzi. 

Gireremo vestiti di pelle animale e scorrazzeremo liberamente nelle foreste? Ci piacerebbe, ma non si tratta di niente di tutto ciò.  Stiamo parlando, ahimé, della neo tendenza dei guru dell’alimentazione:  la paleo dieta, anche detta  alimentazione del cavernicolo.  Il regime si basa su presunte abitudini alimentari dei nostri antenati cacciatori-raccoglitori durante l’era preistorica (prima dello sviluppo dell’agricoltura per intenderci). Ciò significa che grano, latticini, zuccheri raffinati, patate e sale sono banditi.

Profetessa del trend è Shan Cooper, giovane  mamma inglese laureata in Scienze dell’alimentazione, attivissima su Instagram con l’account My Food Religion (che è anche un blog molto seguito). Shan si definisce  amante del cibo e presenta i suoi contenuti web come consigli generici su alimentazione e ricette bio. Da anni segue la dieta paleo e ha scelto di sottoporre la figlia Grace, di appena un anno, allo stesso regime.
 
La bimba mangia  solo cibi che possono  essere cacciati, pescati o raccolti allo stato naturale. Non tutti i pediatri ritengono che  il tipo di nutrizione sia adeguata a pargoli della sua età. La blogger è stata invitata a parlare dell’alimentazione paleo da un importante sito chiamato Kid Spot e successivamente dal Daily mail. « Bloody hell! »  hanno esclamato i genitori british.  Mamme e papà inglesi l’hanno infatti accusata di star crescendo la piccola con carenza di glutine, elemento che potrebbe portare a patologie più gravi durante la crescita. 

Shane tuttavia ribatte decisa alle critiche.« Grace non si ammala mai, ha una salute
di ferro»; Durante una giornata normale la baby cavernicola ha un’alimentazione varia. Beve latte due volte al giorno e  fa una ricca colazione: uova fritte nell’olio di cocco, verdure e un quarto di avocado crudo con crauti ( un po’ stomachevole alle otto del mattino?). Il pranzo prevede pollo biologico con verdure, le merendine sono invece a base di frutta e per cena noodles alla bolognese e pomodori bio. « Mangia anche i dolci» specifica la mamma, rigorosamente senza farina e zucchero.
 
L’approccio di Shane alla dieta preistorica è moderato. «Non sono preoccupata al pensiero che mia figlia mangi cose zuccherose o farinose, per esempio alle feste di compleanno dei suoi amichetti, se dovesse prendere un toast mica mi farei prendere dal panico». 
 
Il regime alimentare ha il vantaggio di essere molto poco calorico ma tuttavia non sembra più efficace di altri. Incoraggia il consumo di grandi quantità di carne, in contrasto con le attuali tendenze che vedono bistecche e cotolette come il male del mondo. 
 
La povera Grace sarà destinata a abbuffarsi di nascosto di dolciumi e panini? Sarebbe meglio emulare l’attività fisica dei nostri  antenati piuttosto che la loro presunta dieta.
 
 
Leggi anche:
 
Iscriviti al canale youtube >>>
 
 
 

 

✉ Iscriviti alla newsletter


☝ Privacy policy    ✍ Lavora con noi