Jobissea

Le avventure del mondo del lavoro.
 

mondo-del-lavoroIl lavoro. Una parola che inizia a risuonare nella mente umana già dai suoi primi anni di vita: si inizia con un «voglio essere una principessa» ad un «da grande farò il calciatore».

La nostra società struttura la vita in modo da passarne la metà a coltivare un’istruzione che permetta di aspirare ad un lavoro soddisfacente. 
 
Il povero ragazzo medio – dai diciotto ai ventiquattro anni –  non importa che abbia abbandonato gli studi o che sia un laureando, si ritrova in cerca della sua prima esperienza nel mondo del lavoro.
 
Ergo, a vele spiegate e vento raramente favorevole, inizia il proprio viaggio alla ricerca della sua Itaca, ovvero l’assunzione.
La prima tappa è la ricerca, essa si divide in attiva e passiva: nel primo caso, Jobisseo dovrà scoprire lo sconosciuto curriculum vitae.
 
Su di esso vi sono linee di pensiero avverse, chi professa la funzionalità del vecchio modello - con una formattazione autonoma – e chi inneggia al modello europeo, utile per chi volesse cercare lavoro all’estero.
Dopo ore di insulti al computer, ricerche in internet e problemi con la stampante – perché la stampante è nemica del Jobisseo quanto lo eraPoseidone per Odisseo – eccolo: il curriculum vitae.
 
Inforcata la porta, il Jobisseo è spiazzato dalla vastità di aziende presenti nella sua città ed inizia quindi il suo impervio cammino – lastricato di no – per ogni negozio che sia, disposto o meno, a cercare personale.
 
 
disoccupatoStanco e assetato di conoscenza, Jobisseo si rifugerà nelle agenzie del lavoro. Ciascuna di questa di spaccerà per la più efficace e competitiva, perdendo subito il suo recapito.
Il giovane prode, con la sconfitta nel cuore e i piedi doloranti, si ritroverà alla ricerca passiva: ore trascorse davanti al monitor del pc, il naso infossato sul desktop alla ricerca del link tanto agognato.
 
Navigando il mare oscuro di internet ed ignorando il canto soave delle sirene – ovvero la tentazione di aprire una pagina hobby e abbandonarsi alle spalle la ricerca – il Jobisseo scopre una spiaggia sconosciuta: un annuncio adatto. 
giovane-lavoratoreAgli occhi di un profano esso sembra la terra promessa: alti guadagni, possibilità di crescita lavorativa e la promessadell’evanescente e sconosciuto contratto a tempo indeterminato. 
 
Con i battiti in gola, Jobisseo si ritroverà ad esplorare l’isola dell’annuncio perfetto, scoprendo solo dopo l’ostile occhio del Ciclope: l’annuncio, infatti, tratta un lavoro door to door.