Il riciclo è una risorsa (e produce ricchezza)

Avete mai sentito parlare dell’ “arte del riciclo”? Magari sì, ma non avete approfondito ulteriormente l’argomento? 
E’ sicuramente un’arte che può appartenere a tutti…e soprattutto può essere utile a tutti, diventando una vera e propria filosofia di vita!
Materiali che vorremmo buttare perché considerati scadenti ed inutili, possono invece sorprendervi per il loro nuovo utilizzo…
 
Focus sulla "materia di scarto". Tale materia è da considerare viva, non morta, ricca di potenzialità e di evoluzione: "abbisogna di cura e di rispetto, di studio e di ricerca".  Impariamo in questo modo che il termine "scarto" non vuole essere assolutamente associato con il termine "povero". 
Il riciclo diventa una nuova cultura che si sta positivamente imponendo sempre di più nella vita delle persone, anche se ancora poco compresa ed applicata dai cittadini. 
 
Qualsiasi nostro tipo di avanzo può essere raccolto e su di esso si può lavorare con la fantasia, con un pizzico di buona creatività, per sperimentare e dare vita a materiali alternativi, diversi, appunto di nuovo utilizzo. Il motore che deve spingerci verso l’arte del riciclo è il concetto di sostenibilità, che si sposa con "rispetto e salvaguardia verso il nostro ambiente". 
Da un po’ di tempo a questa parte sono nate numerose iniziative per diffondere l’arte del riciclo. Eventi in ogni città che si sono trasformati in vere e proprie grandi casse di risonanza per divulgare un messaggio chiaramente ecologico. Sull’arte del riciclo si organizzano formazioni, si tengono visite guidate rivolte soprattutto alle scuole di diverso ordine e grado, ci si confronta con intere famiglie, attraverso dibattiti sui rifiuti, sulla loro natura, sulla raccolta differenziata, sulla gestione. 
 
Possiamo parlare ad esempio del “Remida”: un centro di riuso creativo di materiali di scarto aziendale per attività educative e culturali. Alla base del centro vi è la filosofia delle "E", che si fonda su un progetto: Estetico, Etico, Ecologico, Economico. 
Tra i materiali di scarto da ri-utilizzare figurano: carta, metallo, cuoio, tessuti, pexiglass, tappezzeria, plastica. 
 
Perché buttare un barattolo vuoto di caffè quando potremmo con un po’ di fantasia, utilizzarlo per svariati usi come:
 
  • un vaso, magari per un orto verticale; 
  • un porta gioie;
  • un porta penne;
  • un porta spazzolino;
  • romantiche lanterne.
Tra le curiosità: dal riciclo del cartone della pizza è nata la lampada “01Lapmp” realizzata con successo dal progetto di “Design Opensource”, made in Italy. 
Tale lampada può essere realizzata da chiunque, basta seguire gratuitamente le istruzioni pubblicate online sul sito Fattelo.
Buon riciclo a tutti!