Icedreams, il cono "rimorso free"

Il gelato dei sogni esiste. La ricetta? Quattro intraprendenti under 25, un esperto mastro pasticciere, entusiasmo quanto basta e una cucchiaiata di creatività. Il risultato è un cono a base di sole fibre vegetali, gluten free, senza lattosio né grassi, ma  soprattutto… privo di sensi di colpa.

I creatori (Zeno Tosoni, Simone Giacomelli, Marco Argentieri e Carlo Sabatucci) si  sono aggiudicati il secondo posto all’InnovActionLab, prestigioso concorso europeo dedicato alle nuove tecnologie in ambito alimentare. La vittoria ha permesso al quartetto di brevettare ufficialmente il prodotto, ottenendo da subito una notevole visibilità.

Un originale processo di realizzazione per l’alimento ipocalorico: i tradizionali grassi di origine animale come latte, uova  e burro sono sostituiti da emulsionanti naturali  e ingredienti vegetali. Si ottiene così una base granulosa che viene mescolata a freddo, diminuendo i tempi di mantecatura e rendendo superflua la pastorizzazione. Infatti, mentre normalmente la lavorazione è piuttosto lunga, Icedreams è pronto in un quarto d’ora.

Buono, salutare e naturale: fosse solo questo sarebbe simile a altri cibi. Ma se il mondo delle start-up, non solo quello italiano, ha preso in considerazione tale delizia un motivo c’è. Il gelato viene proposto come soluzione contro lo spreco del cibo esteticamente “imperfetto”, utilizzando frutta leggermente ammaccata. Un’ idea semplice e geniale che è valsa ai suoi inventori l’invito all’American Food 2.0- Feeding the accelerator, programma sviluppato all’interno di Expo, nel padiglione USA. Il progetto, rivolto a investitori intenzionati a cambiare i sistemi produttivi alimentari,  ha selezionato solo dieci idee in tutto il mondo.  

Il franchising nostrano potrebbe essere esportato in tutto il mondo. Un cambiamento significativo per il mercato dolciario, considerando  la possibilità di  utilizzare ingredienti tipici di ciascun Paese. A breve si  prospetta l’apertura  del primo punto vendita a Milano. Nel frattempo si può già curiosare sul sito, offrendo suggerimenti per creare il proprio gelato dei sogni.

Mela, sedano, menta o carota? Un piccolo paradiso dei golosisenza peccato.

Irene Caltabiano

Un simpatico bimbo che mangia il gelato..Guarda il video!

Leggi anche:

Frigoriferi poetici per cibo solidale

✉ Iscriviti alla newsletter


☝ Privacy policy    ✍ Lavora con noi