Guida didattica per animalisti

Che bello, questo week end si parte! 
 
Valigia pronta, faccende sbrigate, biglietto alla mano….si, ma Fufi? Purtroppo in Italia non è sempre facile viaggiare con i nostri amici a  quattro zampe. Molte compagnie aeree infatti non consentono di portare con sé un animale. Tuttavia bastano alcuni accorgimenti per evitare di lasciare a casa cani e gatti o peggio, abbandonarli.  Innanzitutto se avete già deciso di far volare il vostro compagno peloso, escludete le compagnie low cost. Ryanair, Easyjet e Wizz Air vietano il trasporto di animali domestici di qualsiasi tipo. Sono accettati solo cani guida per ciechi e disabili, e nemmeno su tutte le rotte. 
 
Le condizioni di trasporto dipendono dal peso massimo dell’animale, che non deve superare i 10 kg in cabina. Oltre settantacinque si deve invece utilizzare il trasporto con cargo. Fondamentale avere con sé  museruola, guinzaglio, documenti in regola e microchip identificativo. Consigliabile inoltre consultare il proprio veterinario per far sì che il nostro  animale domestico affronti il viaggio con tranquillità. Poche semplici regole: dare da bere prima della partenza, farli mangiare e abituarli a stare un po’ nel trasportino almeno cinque giorni prima del viaggio. 
 
Le compagnie di volo  favorevoli al viaggio con animali sono: Alitalia, Blu Panorama, Air France, Vueling, Austrian, British Airways, Iberia, Meridiana, Delta Airlines, Lufthansa, Emirates e Volotea. Se invece il programma è un viaggio in nave, è necessario assicurarsi che il mezzo disponga di cabina dedicata agli animali o di una sorta di canile con gabbie sui ponti. Alcune compagnie obbligano infatti  a rimanere  all’ esterno o chiusi in auto o camper. I traghetti pet-friendly sono invece Moby Lines, Grandi Navi Veloci, Corsica Ferries, Sardinia Ferries, Tirrenia, Caronte Tourist, Decolmar, Laziomar,Saremar, Siremar, Snav, Ustica Line.
 
In treno infine ogni nazione ha le proprie regole. In Italia è obbligatorio libretto sanitario e certificato di iscrizione all’anagrafe canina o felina. Trenitalia e Italo accettano animali a bordo, occhio però alle restrizioni di dimensione.
 
Non siate pigri. Un po’ d’attenzione potrebbe salvare molti animali dall’abbandono. 
 
Irene
 
Leggi anche:
 
Iscriviti al canale YouTube >>>
 

✉ Iscriviti alla newsletter


☝ Privacy policy    ✍ Lavora con noi